Utente
Buonasera,vorrei una delucidazione in merito a un quesito che mi sono posto.Premetto subito che sono sempre stato un tipo caratterialmente ansioso,soffrivo di crisi di panico,e anche oggi soffro di una forte emotività,nel senso che qualsiasi cosa,qualsiasi avvenimento importante,un interrogazione,un discorso con una ragazza mi provoca ansia,tachicardia,vampate e ipertensione,mentre poi in condizioni di riposo la pressione e il battito cardiaco sono accettabili,sono anche abbastanza irrequieto,non mi piace dormire molto,amo uscire,e il motivo per cui ho chiesto un consulto è per capire se tutti questi fattori tra cui l'emotivita ,l'ipertensione per qualsiasi avvenimento,possa causare patologie cerebrali,tra cui malformazioni venose o quant'altro,in attesa di cio la ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ognuno di noi ha il proprio carattere e la propria emotività che entro certi limiti può essere anche controllata. Quando l'ansia prende il sopravvento e limita le nostre azioni condizionandoci la vita allora è il momento di affrontare il problema. A questo livello spesso la psicoterapia dà brillanti risultati, mentre altre volte è necessaria una terapia farmacologica.
In ogni caso questi disagi psicologici non causano alterazioni organiche del sistema nervoso centrale, eccetto in caso di ipertensione "emotiva" persistente che, se non trattata, potrebbe causare danni di tipo circolatorio ma non malformazioni vascolari come quelle che Lei ha citato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Mille grazie per la risposta,se lei mi permette,ne approfitto per chiederle anche un altra cosa:come già detto prima sono un tipo fortemente emotivo,e da un po di tempo a venire ad ora,avverto in determinati momenti della giornata,un ottundimento mentale, e come se la mente non fosse presente al 100%,come se andasse in ansia e si "inceppasse" in un certo senso,il tutto pero si attenua in momenti di tranquillità,tanto per fare un esempio ciò accade in maniera frequente quando scendo il sabato,mi trovo in un posto affollato,la mia mente reagisce cosi,provocandomi questo disturbo in assenza di un vero motivo logico, e invece si attenua quando mi trovo a casa davanti al pc,o a giocare a play station,le vorrei chiedere se ciò potrebbe dipendere da qualche causa organica,o da qualche altro disturbo di natura psicologica,se magari avrei bisogno di una psicoterapia,aspetto una sua risposta,e in attesa di ciò le porgo i miei piu distinti saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia che descrive è riconducibile a stati ansiosi e non a cause organiche.
Certamente la psicoterapia Le potrà essere utile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
capisco Dottore ,sicuramente seguirò il suo consiglio,il fatto e che la mia mente proietta sempre pensieri fissi verso una patologia organica,nonostante abbia gia fatto una visita neurologica e una tac 1 anno fa con esito negativo,anche quando una persona mi fa un discorso e come se la mia mente si imbambolasse rimane appannata anche non mostrando veri e propri sintomi ansiosi.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

conferma che la strada da percorrere è proprio questa, non necessariamente bisogna essere consapevoli di uno stato ansioso, anzi la maggioranza dei soggetti che riferiscono una condizione simile alla Sua non ne ha consapevolezza.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro