Utente 638XXX
Buona sera,
mi chiamo Simona, scrivo per mia mamma Giovanna che ha 62 anni.
Di recente mia mamma ha eseguito degli esami del sengue dai quali è risultata essere affetta da IPOTIROIDISMO da TIROIDITE CRONICA autoimmune. Gli esami hanno inoltre rilevato un modesto incremento di CPK 254 U/L ( 24-170) immodificati dopo 1 mese di sospensione di statine.
Dopo 3 mesi, un secondo controllo, il quale ha rilevato un elevato valore di CPK, così le è stato richiesto un controllo di ALDOLASI.
Di seguito quanto emerso:
S--ALDOLASI ( eseguita HSR ) Risultato (0,6 UI/L) valore di riferimento (1,2 : 7,5).
In caso di valori elevati è richiesta una visita neurologica, con questi valori, così sballati, cosa occorre fare ? Nessuno è stato in grado di darmi una risposta soddisfacente.
Facendo una ricerca su Internet, ho letto che valori elevati possono essere collegati a distrofia, tumore al polmone e seno o infarto del miocardio.Può dipendere da ipotiroidismo ?

Ringraziando anticipatamente, porgo cordiali saluti.

Cordiali saluti
Simona Calzavara
Indirizzo e-mail per risposta: marendondavide@libero.it


[#1]  
20563

Cancellato nel 2010
L'aldolasi e' un enzima concettualmente generico (appartiene alla glicolisi che e' una via metabolica presente in tutte le cellule), ma per motivi quantitativi riflette discretamente la lisi di cellule muscolari. In pratica si muove in parallelo al CK, rispetto al quale e' meno specifico per cui e' stato dismesso dalla maggior parte dei laboratori.

Trova un uso residuale per la valutazione della distrofia muscolare tipo Duchenne (caratterizzata da distruzione di fibrille muscolari) sia assieme al CK sia da solo, forse perche' e' piu' proporzionale al numero di cellule in lisi, mentre il CK risente anche del numero di fibrille contenuto in ogni cellula. Ma nella Duchenne si parla di centinaia di unita' per l'aldolasi e migliaia o decine di migliaia di unita' per il CK.

Nel suo caso si e' rivelato inutile perche' mentre uil CK e' un po' aumentato, l'aldolasi e' bassa.

CK alto implica sempre danno muscolare. Il danno puo' essere chimico (rabdomiolisi da statine) o meccanico (piccoli strappi muscolari, ginnastica in soggetti non allenati, al limite anche le iniezioni intramuscolo).




[#2] dopo  
Utente 638XXX

La ringrazio tantissimo per la disponibilità e la celere risposta.

Cordiali saluti
Calzavara Simona