Utente
Buongiorno sono una ragazza di 25 anni,
Sono sempre stata1bambina particolarmente ansiosa ,paurosa e ipocondriaca.
Alll'età di 15 anni in meno di 24h ho perso mio padre per una improvvisa disserzione dell aorta,da lí la nostra vita(di mia madre e mia sorella piu piccola è cambiata),io ho cercato di fare il"padre" e il " marito" ,ligia al dovere ho completato la maturita in maniera eccelente,mi sono data da fare anche con qualche lavoretto,ho scelto un 'uni prestigiosa e impegnativa,ho sempre avuto sete di " arrivare in alto" .
Niente però è andato come avrei voluto,l'uni si è rivelata un errore enorme per le nostre possibilita economiche (al di sotto delle spese), il mio desiderio di arrivare si è tramutato in debolezze che mi hanno fatto perdere tempo con lo studio(delusione d amore e distacco dal ragazzo che dopo la perdita di mio padre mi aveva fatto "ricominciare a vivere"), a cui si sono susseguiti sensi di colpa sempre piu grandi per non aver assolto al mio dvere in pieno e pesare sulle spalle deboli di mia madre .
Due anni fa ho subito un grosso intervento alla schiena per una scoliosi grave che mi ha fatto restarr a letto per mesi e lontana dall universita x1annol' anno scorso a sttembre avevo ricominciato con grinta nonostante le difficolta fisiche a studiare,ma i problemi economici e di altro genere (una nno fa abbiamo subito un furto grave in casa che ho scoperto io ,che mi ha spaventata talemnte tanto da non voler rientrare in casa x un mese.
Ho raccontato tutto qsto per arrivare ad1mese fa quando stressata da tante situazioni e dopo aver partecipato Ad un funerale1settiamna prima dell evento1sera dopo che avevo accusato tachicardia e nervosismo durante il giorno(avendo abusato con i caffe) mi è calata un incredibile angoscia addosso ho iniziato a tremare a sentirmi "chiusa" un fortissimo giramentto di testa ,ho creduto di morire e da allora da quell episodio ho iniziato ad avvertire unsenso di distacco dalla realta da cio che mi circonda come se la mia mente fosse chuusa e spaventata e si fa mille domande ..da li nei giorni a seguire ho iniziato ad avere crisi di ansia e di pianto che mi hanno riportato a tutti dolori del passato.
Ne ho parlato con il mio medico che dopo aver fatto esami del sangue e della tiroide mi ha diagnosticato un diaturbo d ansia ,ma io teemendo di avere1malattia grave neurologica per qsto senso di distccco e comunque quasi1chiusura della mente come se non volessi piu assorbire pensieri e preocc mi sono recata da un neurologo psichiatra che visitandomi e ascoltandomi ha riscontratonun forte disturbo di ansia e oanico ,a cui si è unita insonnia ,perdita d appetito e vogli di fare e di vivere ,capogiri spossatezza,questo mi angoscia molto perche io sono sempre stata iperTtiva.
Il neur mi ha prescritto 10 goc di cipralex come cura e (xanax 5 matt e 5 pom che ho ormai ridotto gradualmete e songar per dormire),mi sento meglio ma ho paura di avere una malat sn in cura da una psicoterap .lei cosa crede che sia?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

da ciò che scrive la diagnosi effettuata dal neuropsichiatra mi sembra abbastanza concreta, non vedo elementi che possano fare sospettare una malattia neurologica. Continui la terapia in atto perchè mi pare essere sulla strada giusta avendo già notato i primi miglioramenti nonostante il periodo di assunzione del farmaco sia ancora insufficiente per una piena risposta.
Non pensi pertanto malattie neurologiche.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro