Utente
Egregi Dottori buonasera,
Vi scrivo per avere un consiglio su un sintomo che negli ultimi mesi non mi permette di vivere serenamente. Quasi per tutto il giorno sento la testa come ovattata, con un senso quasi sempre presente di svarionamento e piccolissimi capogiri, sopratutto se mi spingo avanti o indietro con il capo. Il tutto accompagnato da qualche dolore pulsante in varie zone della testa; non dolori forti ma che comunque me ne accorgo. Accompagnato a questo noto una sensazione di vista come sfuocata (sempre in vari momenti della giornata)...per capirci come quando si chiude un occhio e poi lo so riapre dopo poco si ha un leggero senso di appannamento. Nulla che pregiudichi la mia attività però, soprattutto il senso di svarionamento, non mi fa vivere tranquillo.
Sono andato dalla neurologa che mi seguiva per precedenti problemi di cefalea tensiva e, dopo una visita molto frettoloso ( e vi assicuro che è stato veramente così), mi ha congedato prescrivendomi del laroxyl, del farmaci per il nutrimento del nervo e dei miorilassanti; e' stata inoltre indecisa fino all'ultimo se farmi fare una risonanza con mezzo di contrasto per lo studio dell'encefalo e dei vasi sanguini.
La mia preoccupazione e' alta sopratutto perché la sensazione che avverto non è dolorosa ma fastidiosa. Immagino che mi confermerete che potrebbe trattarsi di qualcosa di serio ma vorrei capire se è' il caso di puntare sulla risonanza oppure no, più che altro per capire la gravità della situazione.
Resto fiducioso in attesa di una vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi dispiace deluderLa (penso comunque sia contento di questa delusione) ma non è assolutamente detto che debba essere necessariamente un problema grave anche in considerazione dell'esito negativo della visita neurologica.
Faccia la terapia prescritta dalla collega, poi in base ai risultati si vedrà come procedere, cioè se la sintomatologia dovesse persistere sarebbero indicati esami diagnostici di cui la RM è il più indicato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Dottor Ferraloro buonasera,
la ricontatto dopo alcuni giorni non essendo riuscito per motivi lavorativi a scriverle prima; per quanto riguarda la sua risposta certo che sono contentissimo di quanto mi dice ma, purtroppo, la visita che mi è stata fatta questa volta (glielo posso assicurare essendomi sottoposto più volte a visite neurologiche) è stata veramente molto frettolosa.
Il mio medico di base è rimasto assente a causa di un intervento chirurgico per circa 20 giorni e rientrerà lunedì pertanto chiederò consiglio anche a lui se è il caso di iniziare questa terapia.
Volevo però chiederle una cosa ancora, se scuotendo il capo verso destra e verso sinistra provo questo dolore sordo, e me ne accorgo ad esempi anche alzandomi da letto, è possibile che tutto sia portato solo ed esclusivamente da fattori di stress?
Io personalmente non mi sento una persona stressata e, anche in momenti in cui sono super rilassato, avverto questi fastidi se appunto scuoto la testa.
Ultimamente avverto anche un dolore se mi premo gli occhi, il quale si irradia alla fronte e al capo.
Capisce che la mia preoccupazione si accresce sempre più; e sopratutto sento inconsciamente il bisogno di sottopormi ad una risonanza in quanto penso che, qualora questo mal di testa fosse portato da qualche malattia grave, la cosa avanzerebbe senza che io facessi nulla per fermarla.
Mi scusi se sono molto apprensivo però la cosa mi preoccupa davvero.
Grazie come sempre per la sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è normale preoccuparsi quando avvertiamo qualche sintomo strano o che a noi sembra tale, quindi capisco la Sua apprensione.
Noi a distanza dobbiamo basarci solo sul riferito di visite specialistiche ed esami diagnostici non potendo discutere né visitare il paziente.
Parli col Suo medico curante ma se effettuare una RM equivarrebbe a tranquillizzarLa nulla vieta di fare l'esame, peraltro innocuo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
grazie come sempre per la velocità nella risposta.
Purtroppo mi rendo conto che il mio mal di testa assume caratteristiche sempre diverse e pertanto (come giusto che sia) da solo non riesco a capire quale trai vari tipo di mal di testa io abbia.
Ad esempio questa mattina lavando il pavimento avvertivo un dolore pulsante alla nuca (parliamo sempre di dolori non irresistibili e non debilitanti); lo stesso dolore lo avverto per esempio quando mi alzo di colpo dal letto.
Secondo lei dovrei richiedere un nuovo consulto neurologico da un altro medico oppure sottopormi alla risonanza (richiesta con mezzo di contrasto) + angio risonanza?
Inoltre volevo chiederle, avendo fatto questo esame circa 2 anni fa e soffrendo già di cefalee simili a quelle di adesso ma non identiche, è possibile che il quadro non sia per nulla mutato.
Grazie mille e buona domenica.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente la possibilità che il quadro encefalico sia immutato esiste, diciamo che statisticamente è l'ipotesi più probabile ma capisce bene che oltre la statistica non è possibile andare. Se la neurologa ha richiesto gli esami menzionati li può effettuare tranquillamente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Ferraloro,

vorrei disturbarla per aggiornarla sugli accertamenti che ho eseguito e su cosa ne pensa in merito.
Per i sintomi descritti all'inizio della richiesta di consulto, sono stato inviato dal mio medico di base a fare una visita neurologica, non dal neurologo della mia città che mi seguiva, ma da un neurologo che lavoro presso l'ospedale di Alessandria.
Ho spiegato i miei problemi al medico il quale mi ha visitato e, al termine della visita, mi ha rassicurato sulle mie condizioni, dicendomi che il fatto di avvertire dolori indistintamente a dx e a sx del capo voleva sicuramente dire che non avevo alcuna patologia importante; il tutto alla luce del fatto che la risonanza con mezzo di contrasto eseguita circa un anno e mezzo fa era negativa in tutto e per tutto.
Secondo il neurologo non vi sono quindi le condizioni per ripetere nuovamente la risonanza.
Per gli episodi di mal di testa intensi e di pochi secondi mi ha prescritto una cura di 3 mesi con un farmaco (mi scusi ma non ricordo il nome in questo momento) usato anche per curare l'epilessia ma che dice essere usato anche per il trattamento delle cefalee.
Detto questo sono rimasto molto rassicurato dalla visita; l'unico sintomo che proprio mi infastidisce è questa sensazione di svarionamento che mi compare o alla sera o nei momenti più svariati della giornata (a volte anche appena alzato).
Come detto è una sensazione di avere la testa in palla, con dei micro giramenti di testa, ma che non mi fanno cadere per terra ma danno appunto un senso di stordimento.
Secondo lei cosa posso fare per approfondire l'origine di questo sintomo? Sento persone che si recano dall'otorino, altre dal neurologo...mi sà dare un consiglio in merito.
La ringrazio in anticipo per la disponibilità.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il sintomo descritto era presente anche prima dell'ultomo farmaco assunto, l'antiepilettico?
Escludendo l'effetto indesiderato del farmaco, potrebbe indagare la colonna cervicale qualora non l'avesse ancora fatto.
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,

assolutamente sì era presente, infatti è stato proprio questo sintomo assieme al dolore trafittivo di qualche secondo a spingermi a rivalutare il quadro neurologico.
La colonna vertebrale era stata analizzata tramite risonanza magnetica con mezzo di contrasto circa un anno e mezzo fa ed era tutto ok.
Tralasciando eventuali altre visite specialistiche lei ritiene che posso tranquillizzarmi in base all'analisi del suo collega? Saluti.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Rm encefalo con mezzo di contrasto negativa, idem quella cervicale, ritengo che di importante neurologicamente non ci sia nulla. Escluse anche cause otorino, potrebbe trattarsi di psuedovertigini di origine psichica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro