Utente
Buonasera,
Sono una ragazza di 23 anni che da 3 soffre di attacchi di emicrania con aura. Inizialmente gli attacchi erano uno o al massimo due all'anno. Quest'anno però, nel mese di maggio, ho iniziato a prendere la pillola anticoncezionale per problemi ormonali e dopo circa 15 giorni dall'assunzione ho avuto due attacchi consecutivi di emicrania. Ho deciso così di sospendere la pillola, ma un nuovo attacco mi si è ripresentato prima del ciclo mestruale. Quest'ultimo mi ha preoccupata perchè dopo l'aura, come al solito sono seguiti mal di testa dolorosi, durante i quali però mi è capitata una strana "sensazione": di pensare qualche parola (ad esempio iphone o una città ) e sembrare di non ricordare esattamente cosa fosse. Ero molto agitata, giacché ho letto che chi soffre di emicrania con aura è più soggetto a malattie come l'ischemia celebrare ..vorrei sapere se questa cosa può essere normale, se può essere dovuta all'agitazione, se mi devo preoccupare o fare ulteriori esami. Da quel momento, ad ogni modo, l'emicrania non si è più presentata fino ad ora.
In attesa di risposta,
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

l'emicrania con aura può aumentare il rischio per condizioni vascolari acute sia cerebrali che cardiache in giovani donne che fanno uso di anticoncezionali orali e fumo di sigaretta. Ha fatto bene pertanto a sospendere la "pillola", se fuma è fortemente consigliabile smettere anche di fumare.
Il fenomeno che riferisce dopo l'ultimo attacco non è tipico del disturbo in questione, forse è dipeso dall'agitazione. Sarebbe stato compatibile invece pensare qualcosa e non poterla esprimere, cioè un disturbo del linguaggio.
Le consiglio però di farsi seguire da un neurologo esperto in cefalee.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta rapida ed esauriente.
Fortunatamente non fumo e il disturbo al linguaggio non mi si è mai presentato, soltanto alla vista come le ho detto. In attesa della visita neurologica, c'è qualche cura che mi consiglia? Ho letto di antidepressivi ma vorrei evitarli. Vorrei sapere anche se ci sono alimenti o altri fattori che possono scatenare l'emicrania, in modo da evitarli.
Grazie in anticipo.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Quando gli attacchi sono frequenti è fortemente consigliata una terapia di prevenzione che tuttavia non può essere prescritta on line, è vietato anche dalla legge.
Nel Suo caso però mi pare di capire che gli attacchi siano sporadici, pochi l'anno se si esclude il periodo dell'assunzione della pillola.
Pertanto l'unico consiglio che possa darLe è di effettuare la visita neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro