Utente
Salve gentili dottori, ho un caso da esporvi: il mio ragazzo nel giugno 2013 subiva un grave incidente in moto al seguito del quale riportava varie emorragie cerebrali con coma e con danno al lobo frontale. Fortunatamente ad oggi non ha riportato postumi gravi legati al trauma avendo recuperato tutte le funzioni cognitive e fisiche (grazie anche ad una costante fisioterapia sta tornando al 100%). L'unico problema lamentato è una "pesantezza" alla testa. A volte sente tirare dal collo alla sommità del cranio. La neurologa che lo ha in cura l'ha definita cefalea cronica e ha cambiato l'antiepilettico assegnandogli il depakin 800 mg (prima era in cura con Lamictal 200). Tuttavia il senso di pesantezza non passa, anzi, negli ultimi giorni sostiene di sentirsi instabile anche dal punto di vista dell'equilibrio (ma è solo una sensazione in quanto è stato osservato sia dal fisioterapista che dal preparatore atletico che non notano peggioramento) e si stanca quando parla troppo. Dal settembre 2013 ha fatto varie risonanze magnetiche, viste da specialisti, che riscontrano la presenza di microedemi (penso sia normale dopo le gravi emorragie) ma nulla di anomalo oltre a questo e da ultimo una angio rmn che risulta perfetta. Abbiamo consultato anche un neurochirurgo per la presenza di piccole protusioni cervicali e anche lui sostiene che sia tutto a posto, reputando conseguenza normale la pesantezza di testa (indipendente dalle piccole protusioni). Quello che volevo sapere è questo: può essere una cefalea muscolo tensiva? C'è una cura più specifica per questo tipo di cefalea? Il Depakin è indicato?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una sintomatologia come quella descritta non raramente può essere assimilata ad una cefalea di tipo tensivo, in tal caso esistono dei farmaci che spesso danno risultati brillanti.
Di questo però deve parlarne con la neurologa che segue il Suo ragazzo.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la celerità.
Un cordiale saluto anche a lei.

[#3] dopo  
Utente
Mi perdoni l'insistenza Dottore ma mi è venuta in mente un'altra domanda: siccome la tensione riguarda anche il collo, qualche ciclo di tecarterapia con associata ginnastica posturale possono risultare utili? Preciso che il senso di pesantezza si attenua quando il fisioterapista gli impone una postura corretta o quando è disteso con la testa sollevata da un cuscino. Grazie ancora

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dipende dal tipo di problematiche che il soggetto presenta a livello cervicale, questo lo deve stabilire la neurologa o il fisiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro