Utente
salve, mia madre 66 anni, soffre di ipertensione arteriosa. Mia madre soffre di artrosi cervicale e soffre anche di mal di schiena da molto tempo. Prende la pillola, zoprazide 30 mg la mattina da anni.
Nonostantante cio', 2 giorni fa si è svegliata di notte con un forte dolore alla zona occipitale destra della testa( dietro, nella zona piu alta della nuca). Aveva una pressione sistolica di 168, ma nelle mattinate la pressione è salita a 188 la massima e 100 la minima ( battiti 88) misurata in farmacia( nonostante ha preso la pillola la mattina) .Il medico ha consigliato di prende il lasix subito e poi riprenderlo la sera.
La pressione verso le 20.00 di sera era di 150 massima e 100 minima con battiti 90 ( misurata in farmacia),alche mia madre prende un altro lasix e poi va al pronto soccorso dove le viene fatta una misurazione che segna 145/85, e dopo una puntura di clonidina a distanza di 30 minuti la pressione era 125/80 battiti. La pressione l'indomani è scesa e si attesta intorno ai 120/125 la massima e 72/80 la minima.Il medico ha prescritto lasix 25 mg per altri 2 giorni 2 volte al giorno.Mia madre continua ad avere dolore dietro la testa che aumenta muovendo la testa ( tanto da fare ai). Apparte questo dolore non ci sono altri sintomi.La mia paura è che possa avere una emorragia subaracnoidea o qualcosa del genere. Il medico di base la esclude, attribuendo il dolore alla cervicale. Voi cosa ne dite? in questo caso è necessaria una tac o risonanza?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se il medico che ha visitato la Mamma esclude un problema emorragico ritengo che vi possiate fidare, evidentemente la pressione dei punti di dolorabilita' elettiva cervicale suscita dolore.
La visita in questi casi è fondamentale.
Riguardo una eventuale scelta tra TC e RM, in questi casi è preferibile la TC sia perché l'emorragia è facilmente riscontrabile sia per la relativa facilità di esecuzione dell'esame rispetto alla RM.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro