Utente
Buongiorno gentili medici,

vi scrivo perchè da diversi mesi soffro di mal di testa, abbastanza forti che, una volta scoppiati, perdurano per tutta la giornata, finchè non vado a letto.

Il dolore è localizzato sempre in un punto dietro la testa leggermente spostato a destra e dietro l'occhio destro, a voler essere precisi sopra l'occhio, quindi con il passare delle ore il dolore risulta irradiato nella sola parte destra della testa.

Il dolore risulta invalidante in quanto pare peggiorare con il movimento e con lo svolgere le attività quotidiane, mi sembra vagamente correlato al cambio di tempo, di clima, allo stress fisico, ad esempio dopo un'intensa attività sportiva, o allo stress emotivo, ma non potrei giurarlo.

La frequenza è abbastanza elevata, in quanto nei periodi peggiori sto bene un giorno su due, se non addirittura uno su tre, fenomeni collegati sono nausea, leggera sensazione di vomito, sensibilità alla luce (preferirei stare al buio a letto), leggera sensazione di calo della vista, stanchezza muscolare.
il dolore sopraggiunge particolarmente nei periodi di rilassamento, come il weekend, oppure il venerdì, quando sono più stanca.

Inoltre, quando alzo la testa, anche in condizioni di benessere, quando non ho questo dolore, e schiaccio il collo verso l'alto avverto costantemente un dolore alla cervicale.

La mia paura è che possa trattarsi di malformazione di qualche vaso sanguigno del cervello, oppure di aneurisma.
Potreste indicarmi se i sintomi suddetti potrebbero lasciar pensare ad una tale eventualità?
In ogni caso ci sono delle analisi che potrebbero aiutarmi a capire che origine ha il mio problema?

Grazie mille a chi mi risponderà

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalle caratteristiche descritte la Sua cefalea sembrerebbe di tipo emicranico, ovviamente con i limiti del consulto a distanza.
Con quale frequenza si manifesta? Assume antidolorifici?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore
Grazie mille per il suo interesse.

Gli attacchi sono periodici si manifestano con cadenza settimanale o diciamo 3 volte al mese e durano un paio di giorni. Ho rilevato che spesso coincidono con i cambi di tempo o a seguito di esercizio fisico intenso.
Se in fase dolente tocco la base del collo o il muscolo trapezio il dolote aumenta.

Se assumo antidolorifici il dolore non scompare in pratica non sortisxono alcun effetto.

Secondo lei potrebbe trattarsi di anomalie vascolari?
Grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come faccio a saperlo?
Intuitivamente mi sembra poco probabile, una cefalea emicranica sembrerebbe un'ipotesi più concreta.
Considerata la frequenza sarebbe consigliata una terapia di prevenzione, se possibile, pertanto una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee la ritengo senz'altro indicata, al momento più indicata di eventuali esami diagnostici.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille dottore e mi perdoni l insistenza.
Un ultima cosa volevo rilevare.
Ho preso una capsula di lexil su consulto medico di un mese fa a causa di ansia e dopo meno di una mezz ora i dolore stasera si e notevolmente alleviato.
Potrebbe essere indicativo di qualcosa?

So che il medicinale contiene bromazepam....c entra qualcosa con il mal di testa?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se c'è una componente tensivo-muscolare il pizzico di ansiolitico potrebbe essere utile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro