Utente
buonasera a tutti,
dato il mio, malaugurato e poco salutare, vizio di guidare la macchina a finestrini aperti, anche nelle stagioni con climi poco indulgenti a tale volontà, mi trovo spesse volte a soffrire di, non violenti, ma persistenti mal di testa ( che si presentano a seguito, non nel mentre).

naturalmente dopo essermi accorto della correlazione ed aver imputato a ciò la causa delle cefalee (non so se sia il termine corretto)
o ovviato al problema nel modo più semplice possibile...
volevo comunque chiedervi, per scongiurare qualsiasi altre complicanze a venire, quali problemi può comportare prendere intensi "colpi" di freddo alla testa?

grazie mille alla vostra disponibilità.

distinti saluti.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buona sera.
l'incipit è suggestivo,
"...dato il mio, malaugurato e poco salutare, vizio di guidare la macchina a finestrini aperti, anche nelle stagioni con climi poco indulgenti..."
e
fa quasi il paio con il più noto aforisma di Oscar Wilde "...l'unico modo per resistere alle tentazioni, è cedervi...".

Comunque per formulare almeno un risposta alla sua domanda o curiosità, restando in ambito neurologico, direi senza ombra di dubbio che un'altra conseguenza dell'intenso freddo al viso può essere una "paresi periferica facciale" nota anche come "paresi a frigore".

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
buonasera dottore,
grazie mille per la sua risposta e per il, più che generoso, paragone.

ciò che intendevo con la mia domanda è: posso starmene tranquillo perchè non v'è un serio rischio oppure c'è la possibilità, seppur remota, di un danno a livello neurologico? rendendo quindi opportuno un controllo specilistico.

grazie mille ancora.

buona serata.

chiedo scusa per il ritardo.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Se si riferisce alle cefalee ritengo come un controllo clinico non possa comunque che essere indicato.
Non possiamo, così del tutto apoditticamente, attribuire il disturbo alla sua abitudine a prender freddo.
Manteniamoci sulla evidence based medicine per ridurre al minimo il rischio di errore.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
capisco. grazie mille per la sua pronta risposta, provvederò al meglio il più presto possibile.

buonagiornata