Utente
Salve!
A mio padre, in seguito ad un intervento ad una vena (è diabetico) e a delle microischemie (che gli hanno causato 3 attacchi epilettici) è stata prescritta la Cardioaspirina per prevenire ictus e il Depakin Chrono (una compressa da 500 la mattina e due compresse, una da 500 e una da 300, alla sera). Il neurologo gli ha prescritto gli esami del sangue per valutare la funzionalità del fegato, l'emocromo con formula e l'acido valproico. Il fegato va benissimo, l'acido valproico pure. L'emocromo mostra qualche alterazione. Riporto di seguito i risultati alterati con a fianco i relativi intervalli di riferimento del laboratorio:
Piastrine 446 (140-440)
Globuli rossi 4,19 (4,60-6,00)
Emoglobina 10,4 (14,0-18,0)
Ematocrito 34,3 (40,0-52,0)
Volume cellulare medio 81,8 (82,0-98,0)
Contenuto cellul. medio Hb 24,9 (25,0-34,0)
Concentraz. cellul. media 30,4 (32,0-36,0)
Emazie ipocromiche 25,8 (0,0-2,5)

Il medico di base dice che è probabilmente una anemia da carenza di ferro, ma comunque gli ha prescritto gli esami della sidermia, ferritina, vitamina B, acido folico, magnesio.
Sempre secondo il medico di base ha una perdita occulta di sangue che gli provoca questa anemia, ma ha detto di non preoccuparci in quanto già da un anno e mezzo (prima di prendere questi farmaci) gli avevano trovato del sangue occulto nelle feci e gli hanno fatto la colonscopia, la quale ha rilevato solamente dei diverticoli diffusi. Gli esami del sangue però erano nella norma, a parte la ferritina leggermente bassa. Secondo il medico di base mio padre aveva già prima un diverticolo sanguinante e la cardioaspirina prescritta dal neurologo ha aumentato il sanguinamento. Infatti ha detto che non gli prescrive nemmeno la ricerca del sangue occulto nelle feci in quanto, con la presenza di diverticoli e l'assunzione di cardiospirina, risulterà sicuramente positivo. Inoltre ho letto sul bugiardino che anche il depakin può provocare emorragie.

Vorrei chiedere gentilmente anche un vostro parere. Non so se questa sia la sezione più adatta, ma dato che i farmaci che il medico di base sospetta essere la causa di questa anemia sono stati prescritti da un neurologo e dato che in questo periodo mi avete dato tanti consigli utili e delucidazioni sui problemi (fortunatamente ora risolti!) di mio padre chiedo a voi.

Aggiungo che l'emoglobina non è mai stata bassa come adesso (due mesi fa era a 11,1, il mese scorso si è rialzata a 12,1 e ora si è abbassata a 10,4), e fatalità gli esami del sangue sono stati prescritti proprio perché è stata aumentata la dose del depakin.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Premesso come sia nelle cose che i farmaci sia gravati da effetti indesiderati/collaterali,
debbo rire che ho sempre avuto molta ammirazione (??) nei confronti dei colleghi così pieni di certezze a prescindere...

...cfr "...Secondo il medico di base mio padre aveva già prima un diverticolo sanguinante e la cardioaspirina prescritta dal neurologo ha aumentato il sanguinamento. Infatti ha detto che non gli prescrive nemmeno la ricerca del sangue occulto nelle feci in quanto, con la presenza di diverticoli e l'assunzione di cardiospirina, risulterà sicuramente positivo...".

Ritengo che un breve atteggiamento del tipo "wait and watch" fino agli ulteriori esami esatici prescritti.

Sarebbe importante conoscere cosa il medico di medicina generale prescriverebbe per la profilassi dell "Stroke Ischemico".
Plavix anzichè Cardioaspirina?
Una importante gastroprotezione mattina e sera.
Va sempre valutato nel contesto di una prescrizione il rapporto rischio/beneficio.

Penso come una pragmatica linea di comportamento sia ricontattare il collega neurologo.

Ci sono casi di microcitemia in famiglia?

Ovviamente l'emocromo ed in particolare la "emogloina" vanno monitorizzate.
Ritengo come sarebbe importante sarebbe, anzi è, il dosaggio ematico dei "reticolociti" ovvero i precursori della linea rossa delle cellule ematiche.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore e grazie della risposta!
Il medico di base ha azzardato una ipotesi, in base alla storia clinica di mio padre e ai farmaci che sta ora prendendo, ma ovviamente si procederà in primis con le analisi del sangue di approfondimento che le ho citato.
La gastroprotezione mio padre la prende tutte le mattine da quando assume la cardioaspirina. In famiglia non so se ci sono casi di microcitemia, so solo che da dopo l'intervento alla gamba che le dicevo mio padre ha questa anemia, prima non ce l'aveva, forse è per questo che il medico di base sospetta una correlazione con i farmaci e i diverticoli, lei non si trova d'accordo con questa IPOTESI?
Per quanto riguarda i farmaci sul bugiardino della cardioaspirina e del depakin si legge chiaramente che provocano comunemente anemia. Questa anemia è compatibile con l'assunzione di questi farmaci? E' vero o è una "bufala" che la cardioaspirina può aggravare un sanguinamento già presente (come quello da diverticoli)?

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
E' possibile una correlazione tra assunzione di Cardioaspirina e diverticolosi/diverticolite...va allora risentito il neurologo per la profilassi dello stroke ischemico...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
Bene dottore!
La ringrazio del consulto!
Cordiali saluti