Utente
Gentili medici,
Volevo chiedere un consulto riguardante l'encefalite limbica autoimmune.
Ho avuto 3 mesi di febbre massimo sui 38.5, dopodiché sono stato ricoverato a neurologia e mi è stata scoperta questa patologia. Ho problemi di memoria, mi devo sforzare per ricordare cose successe nei giorni passati ed ho dimenticato molte cose precedenti l'arrivo di questa malattia.
La cosa che mi rende dubbioso è che ricordo a memoria testi di canzoni, numeri di telefono e date di nascita delle persone che conosco ma non ricordo eventi passati, per lo meno non tutti. Ho dimenticato anche le strade del mio paese, vedendole riesco a riconoscerle ma fatico ad immaginarmele, Sto facendo una terapia a base di cortisone e ho iniziato un ciclo di immunoglobuline, mi chiedevo se ci può essere una remissione completa dei sintomi.
Grazie per ogni eventuale presa in considerazione.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buona sera,

Un encefalite in regione limbica?
Potrebbe essere più preciso?
Intende, ritengo, una encefalite in regione temporo-meso-limbica-ippocampale?

Se così fosse valuti come il suddetto circuito nervoso è alla base della funzione mnesica a breve termine di fissazione e di rievocazione nonchè della memoria semantica.
Contrae importanti rapporti con le aree pre-frontali dove sono situati i differenti domini cognitivi.

Ciò in breve la spiegazione dei suoi disturbi !

Per il resto:
difficile formulare una prognosi nell'ambito di un consulto a distanza.
Oltre al trattamento farmacologico ritengo assolutamente indicata una riabilitazione mnesico/cognitiva.

Se crede potrebbe riportare il referto della ultima RM Encefalo eseguita "tra virgolette"...per cercare di valutare, seppur senza vederlo, estensione, localizzazione e tipologia del danno nervoso patito.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it