Utente
Gentili dottori, sono una ragazza di 18 anni da sempre ansiosa e ossessionata delle malattie. Ogni volta che mi fisso con una patologia, mi sento tutti i sintomi addosso. Ne ho viste di tutte: dal tumore allo stomaco alla SLA, dalla meningite all'infarto ecc..
Siccome non voglio dilungarmi troppo mi limito ad elencare i sintomi che mi stanno "perseguitando" da 3 giorni, premetto però che soffro di mal di testa da 3 anni e da raffreddore cronico, anche se quest'ultimo in estate sparisce quasi del tutto:
3 Luglio: Verso pomeriggio inizio ad avvertire un dolore (molto leggero) sulla fronte che si irradia a gli occhi, e a volte anche al naso e guance.
4 Luglio: Mi viene un singhiozzo che dura per 1-2 minuti massimo. La cosa strana è che a distanza di molte ore l'ho avuto di nuovo ma ho singhiozzato solo una volta. Poi di pomeriggio mentre leggo un libro percepisco uno strano squillo all'orecchio durato neanche 5 secondi.
5 Luglio: Di mattina mentre ero al computer ,il mio piede sinistro (e una parte della gamba) ha avuto a distanza di 30 minuti circa, 3 leggeri movimenti involontari. Lo squillo all'orecchio si è presentato di nuovo (sempre della stessa durata) è il dolore facciale continua ancora oggi.
Mia madre dice che alcuni di questi sintomi potrebbero essere legati al nervosismo, come ad esempio i movimenti involontari del piede, mentre crede che il dolore facciale sia dovuto ad una sinusite, visto che anche lei e mio nonno (suo padre) ne hanno sofferto, solo che lei è guarita e mio nonno l'ha avuta per tutta la vita.
Mi sto spaventando troppo, ho paura che possa trattarsi di un tumore, ormai sto piangendo ogni giorno.
Ringrazio per la disponibiltà.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

lasci stare il tumore al cervello e pensi ad affrontare il disturbo d'ansia e l'ipocondria che l'attanaglia.
Si rivolga serenamente ad uno psichiatra.
Per quanto riguarda la cefalea ne parli col medico curante che Le dirà come procedere (visita specialistica, ecc.).

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro