Utente
Salve, sono un ragazzo di 19 anni e vi scrivo oggi per un consulto riguardo ai problemi che mi affliggono da un anno a questa parte. Verso maggio del 2015 ebbi durante una giornata scolastica un fenomeno di ritenzione idrica; in ospedale dopo avermi messo un catetere e diversi accertamenti su reni e vescica nella norma mi rimandarono a casa pensando che il fenomeno fosse dovuto a una stipsi ostinata. i giorni seguenti mi levarono il catetere non ebbi più fenomeni di ritenzione. Da allora fino a settembre 2015 ebbi continui problemi intestinali alternavo periodi di stitichezza a diarrea e preoccupandomi che fosse qualcosa di grave legato all'intestino andai dal gastroenterologo e dopo varie analisi non emerse nulla. Da ottobre 2015 fino a maggio 2016 ero tornato in ottima forma senza avere nessun tipo di problema ; ma gli ultimi giorni del mese iniziai ad avvertire una frenetica fame d'aria che mi portava a sbadigliare durante il giorno per completare il respiro... Ammetto che questo mi spaventò molto e mi arrabiai con i miei genitori che affermavano si trattasse del naso che è storto da quando avevo 10 anni a causa di un incidente ;ma dato che non mi aveva provocato nessun problema prima non pensavo potesse essere la causa. Fino a luglio mi portai a presso la fame d'aria che cessò i primi giorni del mese e mi ripresi come nuovo per più di un mese. Purtroppo Il 29 agosto mi svegliai la mattina con delle coliche addominali andando in ospedale e somministrandomi un clistere andai di corpo e ipotizzarono si trattasse della solita stipsi. Fino a oggi anche se non ho avuto più coliche continuo ad avere crampi e problemi intestinali inoltre la fame d'aria mi è tornata e da 7 giorni anche una nuova sensazione che mi porta a rivolgermi a voi che è come un senso di confusione mentale che mi assale a volte durante il giorno durante queste fasi faccio fatica a concentrarmi sulle cose e provo una percezione distorta di ciò che mi circonda. I crampi la fame d'aria e la confusione si alternano durante il giorno e non li provo mai tutti insieme. Non so più cosa fare i miei mi credono pazzo e mi hanno mandato da uno psicologo io inizio a sospettare che il problema sia neurologico.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

alla Sua età è poco probabile che il problema "mentale" sia di origine neurologica, è possibile invece che i problemi fisici avuti in passato abbiano scatenato una reazione ansiosa che al momento si esprime con la riduzione della concentrazione e lo stato di "confusione" che descrive.
Prima però di orientarsi in tal senso, effettui una visita neurologica, sarà poi il collega che in base ai riscontri della visita stessa Le indicherà come procedere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro