Utente
Buongiorno a tutti.
Mi è capitato martedì pomeriggio di sbattere violentemente la fronte, a sinistra. Lì per lì, a parte un dolore fortissimo e un senso di intontimento passato poco dopo, non ho avuto altro. Questa notte, quindi un giorno e mezzo dopo, ecco che arrivano: confusione mentale, torpore alle braccia, nausea e mal di testa; mi sono spaventato un sacco. Stamattina, a parte un leggero intontimento, sto bene. Ho chiamato la dottoressa, che mi visiterà domani sera. Vorrei sapere se i miei sintomi per ora sono preoccupanti o sono normali dopo un trauma cranico; e volevo sapere, in assenza di altri fattori di rischio (sono giovane e non ho problemi di colesterolo diabete o ipertensione) quanto ci sia il rischio di danni cerebrali.
Buona giornata a tutti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dopo un trauma cranico la sintomatologia riferita può starci ma, considerato che non c'è soltanto cefalea, ma sono associati anche altri sintomi sarebbe auspicabile un controllo più sollecito, senza aspettare a domani sera. Le dico questo non per farla preoccupare, infatti potrebbe pure non esserci nulla, ma la confusione, il torpore alle braccia e la nausea devono essere attenzionati.
Anche un controllo presso il P.S. sarebbe utile.
Danni cerebrali permanenti? In teoria nessuno se eventuali esami di neuroimaging risulteranno negativi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta; la dottoressa dice che non ha tempo prima ma comunque non vede niente di preoccupante. Dei tre sintomi di ieri sera, comunque, oggi nemmeno l'ombra.
Più che danni cerebrali permanenti intendevo emorragie cerebrali (non mi andava di usare il termine diretto essendo molto ipocondriaco).

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il rischio di emorragia non si può quantificare, direi nel Suo caso che sia minimo.
Bene la regressione della sintomatologia di ieri.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro