Utente
Buongiorno e buona Pasqua dottori,
sono un ragazzo di 19 anni, vorrei parlarvi di una situazione che mi sta molto preoccupando. Fin da piccolo (12-13 anni) ho sofferto di tremore alle mani, che i medici ai quali feci visita attribuirono a tremore essenziale. Adesso la situazione però è peggiorata.. Sono un paio d'anni che dopo aver fatto sforzo fisico con gli arti superiori (anche minimo), in seguito a questo sforzo, avverto una forte stanchezza alle braccia, alle mani (al muscolo che ho sforzato in pratica) e oltre la stanchezza un fortissimo tremore, veramente importante, che si accentua molto se fletto l'arto in questione(nel senso che non lo tengo rilassato). Nel tempo ho notato che questa cosa è peggiorata; all'inizio poteva venirmi dopo uno sforzo intenso e relativamente prolungato, come per esempio salire 2 piani con una cassetta di legna per il camino; in seguito con il tempo, anche salire semplicemente le buste della spesa mi portava questo brutto fastidio; fino ad oggi che ho notato che mi succede anche semplicemente suonando la chitarra, o tenendo in modo prolungato il joystick della playstation in mano per giocare.
2 anni fa feci una risonanza magnetica alla testa che non evidenziò nulla, mentre circa un paio di settimane fa sono andato a visita da un neurologo, il quale durante la visita mi ha riscontrato dei riflessi un po' vivaci; poi in seguito all esame dei nervi con il macchinario, ha riscontrato dei nervi un po' lentucci per la mia età, e mi ha detto di fare una rm al collo. Da quest'ultima è uscita un'ernia ad una vertebra del collo.
Per essere più esaustivo vi dico anche che non ho mai riscontrato una riduzone del tono muscolare, anche se ultimamente, anche senza fare sforzo fisico particolare, ho stanchezza anche alle gambe, e quindi conseguente tremore se fletto l'arto in posizione tesa.
Sono molto preoccupato per questa situazione, che non mi permette neanche di vivere così bene come un ragazzo della mia età dovrebbe; grazie mille per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il consiglio che Le posso dare è di rivolgersi ad un centro specializzato in disturbi del movimento dove potrà approfondire il caso ed essere seguito da neurologi perfezionati in questo tipo di problematiche in modo da avere una diagnosi corretta ed un'eventuale adeguata terapia.
Certamente nel capoluogo della Sua provincia lo troverà facilmente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la ringrazio per la risposta.
Volevo dirle che io non ho disturbi del movimento o impedimenti nella vita quotidiana.. io posso fare tutto, la mia "forza" è rimasta invariata; è il seguito allo sforzo che mi fa preoccupare.
Nel caso in cui dovrei rivolgemi comunqur a questi centri, mi chiedevo: "addirittura questo? Perchè è qualcosa di raro?"
Grazie mille dottore, buona giornata.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i tremori fanno parte dei disturbi del movimento, non sono certo condizioni rare. In questi centri ci sono colleghi che si occupano prevalentemente o esclusivamente di questi problemi per cui hanno notevole esperienza in materia.
Esistono infatti numerosi tipi di tremore e fare una diagnosi corretta è fondamentale per prescrivere una terapia efficace.
Per "disturbi del movimento" non mi riferivo a deficit motori.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Va bene dottore, grazie mille!

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro