Utente
Buongiorno scrivo per conto di mio suocero 57 enne fumatore che da circa due mesi avverte dei fastidi con visione doppia non è diabetico ma ha mostrato più volte glicemia alta a digiuno abbiamo fatto vari esami tra cui oculista con fondo oculare abbiamo monitorato la pressione e consulenza diabetologa abbiamo fatto per ultimo una risonanza magnetica qualcuno può gentilmente spiegarmi il significato dei risultati?

Rm cervello e tronco encefalico

Sistema ventricolare in asse normoampio così come gli spazi subaracnoidei periencefalici,

Non evidenza significative aree di alterato segnale nel parenchima encefalico

Materializzato il sifone carotideo destro utile approfondimento diagnostico con frequenze angioRm dei vasi intracranici

Grazie mille

[#1]  
Dr. Alberto Grasso

28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
IL risultato della RMN evidenzia , leggendo il referto e non vedendo le immagini , una probabile ridotta elasticita' del sifone carotideo destro che puo' generare turbe del flusso ematico cerebrale.
L'episodio citatoella transtoria diplopia puo' essere stato generato da una variazione di pressione ma ritengo utile l'approfondimento diagnostico suggerito ( angio-rmn ).
Cordiali saluti
Prof.Alberto Grasso

[#2] dopo  
Utente
Dottore abbiamo appena ritirato i referti del angio rm distretto vascolarr intracranico
Così come riportati

Si conferma medializzazione del sifone carotideo destro. Lieve iposegnale di entrambi i sifoni possibilmente ascrivibile ad ateromasia .non evidenza di circoli arteriosi intracranici patologici eo neoformati . Ipoplasia del seno traverso sinistro

Chiedo gentilmente un parere medico
Grazie

[#3]  
Dr. Alberto Grasso

28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
Il referto dell'Angiò rmn encefalo si puo' considerare sostanzialmente negativo , un esame neurologico clinico potrebbe essere utile al fine di completare l' iter diagnostico sin qui svolto .
Molto importante tenere sotto controllo giornaliero glicemia e pressione.
Prof.Alberto Grasso