Utente
Salve dottore, so che la domanda potrebbe sembrarle anomala. Sto leggendo spesso in giro che chi soffre d'insonnia ha un rischio maggiore di ammalarsi di patologie neurologiche ( non so a quali patologie si riferiscano) e cardiovascolari. Volevo sapere quanto è vera questa cosa. Nel senso, chi è sano e soffre d'insonnia può ammalarsi comunque di una patologia neurologica a causa dell'insonnia o questa fa solo anticipare la malattia nei soggetti che hanno già probabilità elevate di ammalarsi? Grazie.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
l'insonnia colpisce un gran numero di persone ma le stesse persone non sono di certo candidate a malattie neurologiche anche se è incontrovertibile che un cervello che riposa è un cervello che "rende" meglio. In ogni modo è fondamentale stabilire la causa dell'insonnia nel senso di accertare se alla base coesista un disturbo emozionale (ansia, depressione) e definire lo stile di vita del soggetto.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Io ricordo che già da quando andavo alle scuole medie mi svegliavo nel cuore della notte e restavo sveglia per anche due ore. Non ho mai dato peso alla cosa fino a qualche anno fa. La mia non è proprio insonnia, nel senso che mi addormento verso le 22/23 e poi mi sveglio tra le 2:00 e le 3:00. Posso riaddormentarmi subito come no. Ho sofferto anche di depressione con ansia ed in quel periodo non riuscivo proprio a dormire. Ora ho anche due bambine piccole che aiutano a non dormire bene. Durante il giorno comunque non mi sento stanca visto che le mie 5-6 ore di sonno me le faccio anche se intervallate, ed il mio corpo è come se si fosse abituato a questi ritmi per cui a parte in piena estate quando il caldo contribuisce alla debolezza non mi sento stanca. Spero solo che il mio cervello tra qualche anno non vada in tilt e mi vengo qualcosa.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
Voglio rassicurarla sul timore che l'insonnia possa procurarle dei danni al cervello ma ritengo opportuno segnalarle che a riguardo del suo pregresso disturbo ansioso-depressivo sarebbe opportuno consultare un Neurologo per accertare se al presente non ne sia ancora affetta. Il disturbo infatti può persistere in maniera mascherata assumendo un prevalente carattere somatoforme e causarle il problema che lei sta attualmente vivendo.
Cordiali saluti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it