Utente

Buonasera, vorrei porre alcune domande a proposito della lamotrigina che assumo per il trattamento di un'epilessia temporale con aurea che mi è stata diagnosticata sei mesi fa circa. Assumo 100 mgx2/die dallo scorso dicembre dopo graduale titolazione. Non ho più crisi tonico-cloniche da allora e il prossimo controllo neurologico dovrebbe essere il prossimo mese.
Da qualche settimana comunque ho l'impressione, anche se non ne sono certa, di avere brevissimi (una frazione di secondo) episodi di aura che si manifestano con un improvviso distacco dalla realtà e abbassamento dell'udito. Mi chiedo se non possa trattarsi di qualcosa di diverso dall'aura? Il mio medico di base non sa rispondere al quesito. Ad ogni modo pensavo di farmi prescrivere il dosaggio della lamotriginemia in vista del prossimo controllo. È necessario? Non ho avuto episodi di vomito, ne diarrea, non assumo altri farmaci eccetto benzodiazepine al bisogno per gestire l'insonnia. Assumo alcolici in moderata quantità nei weekend (2 -3 birre). È possibile che l'assunzione regolare di alcolici acceleri il metabolismo del farmaco?
Grazie.
Buona serata.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
La assunzione di alcolici non è indicata assieme al trattamento di farmaci anti-epiletticci.

L'alcol abbassa la soglia a convulsivare.

Ritengo indicato un esame EEG Holter delle 24 ore.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per il chiarimento dottore.
Buona giornata