Utente 514XXX
Salve dottore!
Un anno fa sono stata ricoverata, a causa di sintomi come: sdoppiamento della vista, molta stanchezza da non riuscire a camminare, giramenti di testa. Dopo due settimane di cure (es: cortisone) mi sono ripresa, fino ad oggi senza aver avuto più ricadute.
Attualmente effettuo risonanze magnetiche con mdc ogni 6 mesi e qui sotto le allego i referti della risonanza effettuata 10 giorni fa, per aver un suo riscontro.
La ringrazio anticipatamente


Esami:
RM cervicale senza e con mdcRM dorsale senza e con mdcRM encefalo senza e con mdc

Referto:
RM ENCEFALO
Esame eseguito con sequenze pesate in T1 e T2 su piani assiali e completato con sequenze pesate in T1 su piani multipli.
L'indagine attuale messa a confronto con precedente esame eseguito in data 12-04-2018.
All'indagine odierna, nel contesto del peduncolo cerebellare di destra, si conferma l''area di alterato segnale rotondeggiante, tenuemente iperintensa nelle sequenze a TR lungo senza evidente potenziamento dopo somministrazione ev di mdc, del diametro di circa 10mm di DM e si rilevano due piccole aree con le medesime caratteristiche di segnale in sede peritrigonale a sinistra.
Dopo mdc non si osserva potenziamento contrastografico patologico a livello delle lesioni descritte.
Il reperto appare compatibile con patologia demielinizzante multifocale senza segni di attività.
IV ventricolo in sede.
Sistema ventricolare in asse, normoconformato, non dilatato o dislocato.
Spazi subaracnoidei della convessità e della base di normale ampiezza.


RM MIDOLLO CERVICO-DORSALE
Esame eseguito con sequenze pesate in T1, DP e T2 su piani sagittali ed assiali e completato con sequenze pesate in T1 su piani sagittali ed assiali dopo mdc.
Esame messo a confronto con precedente indagine del 12-04-2018
Presenza di piccole protrusioni discali mediane a livello D2-D3 e D7-D8.
Assenza di alterazioni di segnale a carico del midollo spinale e della cauda. Non evidenti potenziamenti patologici in sede ntramidollare.
Rettilineizzata fisiologica lordosi cervicale.
Presenza di piccole protrusioni discali mediane a livello D2-D3 e D7-D8.
Opportuno videat specialistico e controlli RM a distanza.

La refertazione è stata eseguita su monitor ad alta risoluzione.
La documentazione iconografica viene prodotta in remoto a cura e sotto la responsabilità del servizio I.C.T. (Information and Comunication Tecnology).

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi pare che i reperti dell'attuale RM encefalica siano immodificati rispetto a quelli della penultima RM di aprile scorso. Le stesse aree, non captando il mezzo di contrasto, non sono attive.
A livello midollare non è stata riscontrata alcuna lesione, solo delle piccole protrusioni (sporgenze) discali e la rettilineizzazione della colonna cervicale, nulla di serio.
Faccia vedere le immagini dell'esame al neurologo che La segue.
Essendo peraltro asintomatica ritengo che possa stare tranquilla.
Ha una diagnosi di SM? E' seguita da un centro specializzato?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 514XXX

Grazie mille Dottore della sua gentile e specifica risposta.
Dopo il ricovero ed i sintomi che ho avuto un anno fa, il neurologo che mi segue ha ipotizzato che potesse trattarsi di SM. Ma non è stato mai confermato, non essendosi formata una seconda placca ed è per questo che ogni sei mesi effettuo una risonanza magnetica con relativa visita di controllo, prenotata il 16 gennaio.
Rispetto alla precedente risonanza, noto in più questa diagnosi:“si rilevano due piccole aree con le medesime caratteristiche di segnale in sede peritrigonale a sinistra.”
Secondo lei può essere qualcosa di grave?

La ringrazio anticipatamente

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come recita il referto, queste due piccole aree dovrebbero essere simili alla prima e quindi di presunta natura demielinizzante.
Se il neurologo che La segue non lavora in un centro specializzato per le malattie demielinizzanti sentirei un secondo parere proprio presso uno di questi centri.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 514XXX

Io fui ricoverata al San Giovanni (Roma) quindi il neurologo che mi segue è di questo ospedale. Natura demielinizzante significa che potrei in futuro essere affetta dalla SM?O che appunto tutte le diagnosi portano a quella?
Mi scusi della mia insistenza, so che non puó darmi lei una risposta certa, ma restando nel dubbio non mi aiuta certamente a stare bene (psicologicamente parlando).
Quindi lei mi consiglia di fare un ulteriore visita in un centro specializzato? o di aspettare il 16 e vedere cosa mi dice il neurologo dell’ospedale che mi segue?

La ringrazio anticipatamente

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Lei non ha ancora una diagnosi e solo sui reperti della RM non si può certamente diagnosticare una SM.
Il 16 gennaio è vicino, faccia la visita già prenotata e poi si vedrà come procedere.
Non si scoraggi e stia serena.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 514XXX

Va benissimo. La ringrazio davvero per la sua gentilezza, le lascio una recensione molto positiva.
La terrò aggiornata allora!


Le auguro una Buona serata,
Cordiali Saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

grazie per la positiva recensione, molto gentile.

Cordialmente Le auguro un buon Natale ed un sereno anno nuovo
Dr. Antonio Ferraloro