Utente
Buongiorno,
mi chiamo Milena e ho 42 anni. il 23 febbraio scorso ho avuto una paralisi facciale sul lato dx del volto che è guarita pressochè completamente nell'arco di 5 settimane. Ho fatto subito tac cranica, risultata negativa, poi visita dall'otorino, esami del sangue e urine ed è tutto a posto. Il neurologo che mi ha visitato in seguito, mi ha prescritto come ultimo esame, a suo dire per prassi, una RMN CERVELLO E TRONCO ENCEFALICO
Riporto di seguito l'esito:
Protocollo di indagine: riprese multi-planari e multi parametriche in TSE T2, SE T1, FLAIR e GrE. Non si osservano processi espansivi, emorragie o lesioni ischemiche nell'ambito dei territori arteriosi maggiori.
In fossa cranica posteriore, il tronco encefalico e le strutture cerebellari sono normali. Il 4 ventricolo è mediano, regolare per dimensioni e contorni e le amigdale cerebellari sono in sede normale. Relativa obliterazione tissutale del condotto uditivo interno destro; a giuidizio clinico si pone indicazione a verifica con indagine RM mirata allo studio delle piramidi petrose completa di riprese con mezzo di contrasto e.v.
Gli emisferi cerebrali sono a parete. Le strutture della linea mediana sono in sede.Il complesso ventricolare non presenta deformazioni. I solchi corticali sono regolari, in considerazione dell'età del soggetto. Le arterie cerebrali ed i seni durali presentano un segnale di flusso regolare.

Sono un po' preoccupata perchè mi aspettavo fosse tutto negativo, invece mi pare di capire che dovrò fare un'altra RMN con liquido di contrasto per approfondire qualcosa. DI cosa si tratta? Mi devo preoccupare?

Grazie mille per le Vostre risposte.
Milena

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

il reperto riscontrato è di competenza otorino.
Da ciò che si rileva dal referto sarebbe stata riscontrata una relativa occlusione del condotto uditivo interno destro.
Faccia vedere le immagini dell’esame ad un otorino.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore, speravo proprio in una Sua risposta.
Oggi vado dal medico curante e mi farò prescrivere una visita dall'otorino. Per quanto riguarda la RMN con mezzo di contrasto, aspetto il parere dello specialista, prima di farmela prescrivere?
Un ultima cosa, secondo Lei questa occlusione potrebbe essere stata la causa della paralisi o ne è una conseguenza? O peggio, l'occlusione potrebbe nascondere un tumore.
Io però mi sento bene, non ho nessun fastidio all'orecchio né mi sembra di sentire meno di prima. Avevo già fatto una visita dall'otorino che mi aveva detto che era tutto a posto, il canale uditivo, esterno, era pulito. Però mi aveva anche detto che avrei dovuto fare una prova audiometrica subito alla comparsa della paresi e poi rifarla dopo un mese per vedere se quest'ultima aveva lasciato dei deficit.
Grazie ancora per la Sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

relativamente alla RM con mezzo di contrasto, il neuroradiologo scrive "a giudizio clinico...", questo significa che è lo specialista che deve indicare o meno l’approfondimento delle indagini, quindi potrebbe attendere l’indicazione dell'otorino. A mio avviso però, per meglio determinare il problema, il mezzo di contrasto è indicato e ritengo lo riterrà tale anche lo specialista.
Sul secondo quesito non ci sono elementi per dare una risposta attendibile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille. Ma l'eventuale presenza di un tumore non si riscontra in questo genere di esami? Solo col mezzo di contrasto? Sono molto preoccupata.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il mezzo di contrasto non viene utilizzato solo per la diagnosi di una neoplasia ma per caratterizzare meglio un aspetto dubbio rilevato alla RM di base.
"Ma l'eventuale presenza di un tumore non si riscontra in questo genere di esami?" Si può riscontrare anche senza mezzo di contrasto ma più spesso occorre proprio il contrasto.
Le do questa come informazione generale, non perché io pensi che sia il Suo caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro