Utente
Buonasera a tutti,
da un po' di tempo a questa parte (indicativamente un mese scarso) ho notato che, a riposo ed in particolare da sdraiato (ma anche da seduto noto più sporadicamente e con intesità estremamente minore un lievissimo formicolio nella stessa zona), la coscia anteriore esterna sinistra inizia a formicolare per poi smettere poco dopo e lasciare una sensazione di minore sensibilità (nonostante ciò quando tocco sento che sto toccando ma l'area è appunto indolenzita) proprio nella zona del formicolio, appena ricomincio a muovere la gamba (non per forza in piedi) la sensazione sparisce, ho provato a pungermi con oggetti leggermente appuntiti (delicatamente) ed avverto il pungore, però mettendo un oggetto freddo (ho provato anche con ghiaccio tolto dal freezer) la sensazione di freddo sia inizialmente molto meno avvertita rispetto all'altra gamba per poi sopraggiungere dopo pochi secondi in maniera ben definita. Non ho difficoltà a camminare, correre, fare squat o altro e non mi sembra di notare stanchezza muscolare in alcuna parte del corpo; inoltre (forse ci ho fatto caso più per l'apprensione che per altro) ho notato delle piccole fascicolazioni (polpaccio e mignolo piede, il mignolo del destro il polpaccio forse di entrambi). Ora come ho notato da altre domande simili che però non avevano dei sintomi proprio uguali ai miei, la paura comune nata dalla (sciocca) ricerca dei sintomi online è la comparsa di sclerosi di vario tipo, premetto che sono una persona che tende a pensare al peggio ma non ho mai esagerato un sintomo; vi lascio ora qualche informazione schematica ulteriore che può essere utile:
-fumatore abituale (anche cannabinoidi), da 5 mesi circa le sigarette le fumo estremamente sporadicamente (dalle 3/6 a settimana a volte nessuna)
-consumatore alcolici abbastanza frequente (2-3 giorni a settimana senza per forza diventare brillo/ubriaco ma capita)
- non faccio sport regolarmente da 3 anni ma mi alleno in casa prima sporadicamente, ultimamente ho aumentato il ritmo ma non da giustificare questa reazione alla gamba (anche perchè c'era da prima che aumentassi il ritmo)
-cammino molto ed abbastanza velocemente (dai 20/30 min ai 60 min giornalieri circa)
-poco meno di un mese fa, con un mio amico, abbiamo iniziato a lottare per gioco ma nonostante fosse scherzoso ho ricevuto più di un calcio medio/forte in entrambe le gambe nel punto in cui sento il sintomo, non ho applicato ghiaccio o altro (il sintomo penso fosse presente anche prima dell'evento ma ammetto di non ricordare precisamente)
-oggi ho iniziato ad applicare medicina contenente il principio attivo del voltaren ma,ovviamente, non posso ancora trarre conclusioni sull'efficacia di ciò
-mai avuto traumi e malattie particolari e la mia alimentazione è piuttosto sana
-ho già prenotato visita dal medico base e chiederò di eventuali visite neurologiche,emg, eng
spero possiate rassicurarmi, magari provando a dirmi quali possono essere altre cause di tali sintomi oltre sla/sm...

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

della sla non c'è alcun elemento.
La sintomatologia descritta se limitata alla faccia laterale della coscia può fare pensare la "meralgia parestesica" che interessa il nervo cutaneo laterale della coscia e che può riconoscere diverse cause ma a volte queste restano sconosciute.
E' corretto parlarne col medico curante e nell'ipotesi della meralgia è indicata un'EMG ed una RM lombosacrale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio per la veloce risposta, mi sono dimenticato di dire che, facendo dei lievi battimenti con le dita in un determinato punto della zona interessata, provo un lieve dolore simile al livido, può aiutarla a fare una previsione differente?; la ringrazio per la rassicurazione riguardante la sla che ammetto mi solleva, le farò sapere in futuro (se sarà ancora disponibile) di eventuali risultati/cambiamenti.
Intanto la ringrazio ancora per la disponibilità e saluto cordialmente e di cuore

[#3] dopo  
Utente
p.s.
scusi mi sono scordato, pensa che aiuterà applicare il farmaco con principio del voltaren (flectorartro 1% gel, DICLOFENAC)

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ha ancora una diagnosi per cui non si può stabilire l'eventuale efficacia del diclofenac per via locale, se si tratta di meralgia è di scarsa efficacia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
Giustamente, la ringrazio ancora per la consultazione

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro