Utente 523XXX
Gentili dottori,

una mattina di fine gennaio ho iniziato ad avvertire delle brutte scosse sotto il tallone dx durante l'appoggio al suolo per camminare. Ho inizialmente supposto che fosse dovuto ad un'ernia contenuta destra che ho a livello L5-S1, cosa che è stata smentita dai medici che mi hanno visitato. Dopo una decina di giorni il problema si è presentato anche all'altro tallone sicché da allora io cammino, se così si può dire, sulle punte. Naturalmente solo per andare a fare visite mediche perché la situazione mi costringe a stare a casa.
Avendo anche dolori lombosacrali costanti, sempre a destra e poi dolori anche alla nuca e al collo, sono stata visitata da reumatologi ma esami del sangue e risonanza del bacino sono risultati nella norma. L'ortopedico del piede non sapeva cosa dirmi. Nessuno sa dirmi perché avverto le scosse se appoggio i talloni per terra! A volte è successo anche mettendo il piede a martello. Io non riesco più a vivere così, non è possibile. Oltre a questo problema che mi condiziona terribilmente la vita ho ormai dolori muscolari, ogni movimento che faccio dev'essere controllato altrimenti evoco dolori. Può essere un problema a livello di nervi?
Spero che qualcuno possa darmi indicazioni utili, ho 32 anni e non sto vivendo più, sono spaventata dalla situazione che non migliora. Deve esistere una spiegazione!
Grazie per la vostra attenzione.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
il disturbo che lei descrive è definito "talalgia" o tallonite ed è generalmente conseguenza di una fascite plantare, che viene correntemente trattata dagli ortopedici. Se il disturbo si associa a dolori muscolari diffusi, come riferisce nel suo resoconto anamnestico, allora rientra nella sfera del reumatologo o, se si pone diagnosi di fibromialgia, anche in quella del neurologo. Come vede, la diagnosi non è univoca per la coesistenza di svariati disturbi.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 523XXX

Gentile dottore,
Sono state visitata da reumatologi e anche da un ortopedico del piede il quale, perplesso, mi disse che essendo un problema presente in entrambi i piedi non poteva essere di natura ortopedica e mi rimandava dal reumatologo. Secondo lui sia i sintomi che la mia età erano tipici dell'insorgenza delle patologie reumatiche. Andando dal terzo reumatologo non ho ottenuto nessuna diagnosi. L'ipotesi fibromialgia è stata nominata dal primo reumatologo perché non sapeva a quale patologia ricondurre il mio problema, e parlò di "possibile fibromialgia", anche perché non mostro positività a molti tender points. Ho assunto integratori vari che non hanno portato nessun beneficio. Il problema ai talloni é presente da cinque mesi e mi impedisce di camminare, il problema è serio. Non è un dolore ma è come se poggiando per terra avvertissi delle scosse elettriche.
Grazie per la sua risposta.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Per mettere fine all'ipotesi di un coinvolgimento di ordine neurologico, cara paziente, l'unica cosa sarebbe di effettuare un elettromiogramma ad ambedue gli arti inferiori.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it