Utente
Buongiorno,

Circa 4 mesi fa improvvisamente ho notato nell’occhio dx uno scotoma positivo persistente, allorché mi sono recato dall’oculista il quale mi ha diagnosticato un piccolo edema nell’occhio opposto ovvero sx. Successivamente mi sono recato da un altro oculista il quale mi ha fatto fare l’esame del capo visivo il quale è risultato nella norma.
Dopo una visita dal neurologo ho eseguito la risonanza magnetica, la quale ha rilevato piccole areole ipertese aspecifiche con possibili esiti di sofferenza ischemiche perinatale o alterazione demielinizanti.
Dopo l’esisto sono stato ricoverato per sospetta sclerosi e mi hanno eseguito l’esame dei pev con esisto normale e nuovamente la RMN cervello e tronco encefalico con contrasto, la quale ha rilevato plurime piccole alterazioni di segnale parenchimale assiale ipertense nelle sequenze a tr lungo, prive di enhancement, vi verosimile natura infettiva infiammatoria. Dopo questi esami mi hanno eseguito la rachicentesi con esisti parziali (i restanti arriveranno fra un mese) cellule 0 proteine 30.8 gliccorrachia 32 mg/dl. Morale della favola sono stato dimesso e secondo loro non ho la sclerosi e rimane un problema oculistico. Il 18 dovrò eseguire un nuovo campo visivo.

Secondo voi posso stare sereno sotto il profilo della sclerosi e altre malattie neurologiche degenerative?

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
come lei intuitivamente comprende, il problema non è di facile risoluzione, tanto che la dimissione dall'Ospedale ove è stato ricoverato, è avvenuta senza una reale diagnosi charificatrice del disturbo. Ad essere franchi, la mia sensazione è che il problema debba trovare una possibile spiegazione nel reperto delle aree infiammatorie rilevate nell'encefalo con la RM. Pertanto, è opportuno rivalutare il caso, attraverso esami clinici e strumentali di follow-up.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,

La ringrazio della risposta, sono ancora in attesa degli esiti della rachicentesi e domani farò un nuovo campo visivo. Il medico curate tra le righe ha ipotizzato una possibile piccola ischemia, la quale mi avrebbe causato questo disturbo.

Secondo lei è fuori strada?

Grazie

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Seppur lei sia un soggetto in età così giovanile, è un'ipotesi che può essere considerata, ma nel contempo sarebbe anche opportuna un'attenta valutazione cardiologica.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
Buonasera,

Oggi ho eseguito presso l’ospedale in cura, il capo visivo e oct ambe due negativi.
Dopo questi esisti degli esami strumentali il neurologo e l’oculista escludono malattie demielinizzanti. Aspettando l’esito della rachicentesi pensano ad episodi di stress e lo scotoma dovrebbe rientrare con il tempo, mentre per quanto riguardano le macchie dovrebbero essere vecchie cicatrici

Può essere plausibile?

Cordialmente

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno,
Oggi ho ricevuto gli esiti della rachicentesi con i seguenti valori: indici di link 0,55
Indici di tourtellotte - 1.49 indice r.f - 0,59 indice di permeabilità di barriera 0,48 esito negativo con assenza di bande oligoclonali, glucosio basso 32.
Pertanto confermano i motivi di dimissione, senza di fatto darmi una risposta alla mia problematica

[#6]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'indice di Link è normale quando è minore di 6, pertanto può tranquillizzarsi per il timore di malattie demielinizzanti.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,

Oggi ho eseguito l’esame ecodoppler cuore, il quale ha rilevato che ho il prolasso della valvola mitrale.
A questo punto potrebbe esserci una correlazione con l’estrazione del dente del giudizio,senza preventivo antibiotico, eseguita poco prima della comparsa dei sintomi descritti e un infezione batterica, generatrice del mio problema ?

La ringrazio in anticipo

[#8]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Questo è un quesito che è più opportuno rivolgere ai Colleghi cardiologi.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it