Utente
Buonasera dottori, chiedo per una persona a me cara. Un mio amico, 20 anni, è da qualche mese che lamenta di essere confuso, stordito e come di sentirsi al di fuori dalla realtà; non accusa né vomito né forti mal di testa. Ieri, dovendoci vedere, mi ha detto di aver dimenticato per un attimo addirittura la strada di casa mia (abitiamo vicini neanche 1 km) ; dopo che siamo usciti l'ho visto abbastanza passivo, come se fosse da un'altra parte. Per scrupolo ha effettuato una visita neurologica, che ha escluso patologie serie e ha sconsigliato esami strumentali. Ora io mi chiedo:
1) possono essere questi sintomi di un tumore?
2) la visita neurologica può già escludere questa eventualità?
3) converrebbe eseguire una RM per stare tranquilli?

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro giovane,
dai fenomeni che hai riferito sul comportamento del tuo amico, non credo si possa sospettare un problema tanto grave come un tumore cerebrale. Ad ogni buon conto, il neurologo che lo ha visitato è a conoscenza dei segni clinici da ricercare per formulare un sospetto del genere e disporre per le opportune indagini.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,
Ritiene dunque inopportuno effettuare una rmn e seguire le indicazioni del neurologo, o per sciogliere ogni dubbio sarebbe meglio togliersi questo scrupolo?
I sintomi tipici di una patologia tanto seria quali potrebbero essere?