Utente 524XXX
Buonasera Dott. Ferraloro,
Le scrivo in merito all’esito della Visita neurologica eseguita in data odierna che mi ha molto spaventata.
Innanzitutto il motivo per cui ho effettuato la visita è che nelle ultime 3 settimane sentivo la gamba destra un po’ più debole della sinistra, come svuotata, in aggiunta nell’ultina Settimana ho iniziato a provare una sensazione di leggero crampo costante non doloroso, come se il polpaccio si irrigidisse eccessivamente nel camminare, e dovessi concentrarmi trattenere la scarpa al piede. Sono prendi delle fascicolazioni dal ginocchio in giù, e sento la gamba pesante oltre che una stanchezza insolita e molto intensa.
Esito della visita: paziente vigile orientata e collaborante. MOI e MOEnei limiti. non franchi deficit VII -XIInervi cranici. lungua sporta in asse, Mingazzini mantenuto ai 4 arti. prove di coordinazione I/N T/G e bicicletta ben eseguita. Debulazione autonoma senza caratteri patologici possibile su punte talloni. Romberg con tendenza alla caduta vs. dedtra mantenuta dopo manovre di distrazione. Ipoestesia fbc all’emisoma destra più significativo a carico della gamba destra. Disestesie termiche a carico dell’AIDx. ROT Scattanti, con estensione dell’area reflessogena in particolare a carico degli arti inferiori. SCP indifferente a destra, in flessione a sinistra.
CONCLUSIONE: dubbi segni piramidali a carico arti inferiori ed ipoestesia soggettiva emisoma destro.
Nel sospetto di patologia infiammatoria si consiglia RM encefalo e rachide cervici dorsale.

Ero così agitata che non ho avuto il coraggio di chiederle se secondo lei poteva trattarsi di SLA allo stato iniziale.. . e non le ho nemmeno detto delle fascicolazioni.. .
Secondo lei non sarebbe il caso di fare EMG per escludere SLA?
Grazie mille per l’attenazione.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

la presenza di sintomi sensitivi escluderebbe la sla, peraltro il neurologo ha parlato solo di sospetta patologia infiammatoria per cui seguirei le indicazioni del collega effettuando la RM encefalica e del rachide cervicale e dorsale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro