Utente
Gentili dottori,
Spero di aver posto il quesito nella sezione giusta.
Da qualche tempo avverto una fastidiosa sensazione di sonnolenza al risveglio, che poi si protrae nell'arco della giornata. Non ho particolari problemi di addormentamento: dormo continuativamente tra le sette e le otto ore (ho 26 anni). La mia non è una stanchezza fisica intesa come mancanza di forze (anzi, riesco anche a fare sport e in quel caso la sonnolenza si attenua), è proprio una fastidiosa sonnolenza localizzata a livello oculare. Ciononostante, raramente dormo il pomeriggio. Questa sonnolenza non è invalidante, ma non si attenua col caffè (ho abusato di caffè quando ero studentessa e devo dire che ora non mi fa più molto effetto)
Premetto che 1) soffro di tiroidite di Hashimoto, 2) sto vivendo un periodo estremamente stressante a causa di problemi di salute di alcuni miei stretti familiari, 3) non vado a dormire mai prima di mezzanotte, 4) almeno un paio di volte a settimana mi capita di fare "le ore piccole" (anche le 4. 00 del mattino) e pertanto ho accumulato un discreto debito di sonno.

Come posso risolvere, e quali accertamenti potrei fare? La sonnolenza potrebbe essere connessa a ipotiroidismo? (non sono ancora in cura con euturox ma devo ricontrollare i valori)
Grazie. Aggiungo infine che se faccio sport / mi agito o emoziono, insomma se entra un po' di adrenalina in circolo.. . Mi si attenua il sonno.
Grazie.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
per definizione quale "eccessiva sonnolenza diurna" (ESD) si intende una condizione caratterizzata da tendenza all'addormentamento e che è legata a "debito di sonno", per il fatto di essere affetti da una qualche forma di "dissonnia". La ESD ovviamente inficia il funzionamento del soggetto nelle ore di veglia, ma dalla sua descrizione parrebbe che le cose vadano in maniera alquanto diversa. Il problema potrebbe consistere in una condizione di astenia fisica, che lei interpreta come eccessiva sonnolenza, e che potrebbe essere ascritta alla sua condizione di distiroidismo. Se vuole, può trovare ulteriori ragguagli sui disturbi del sonno nel mio articolo, di cui le accludo il link.
Cordialmente.
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/200-disturbi-sonno.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta.
Ma l'astenia non è connessa a una stanchezza fisica tipo senso di fatica, "non riuscire a fare le cose", mancanza di forze?
Perché io fisicamente mi sento bene, riesco a fare tutto inclusa attività sportiva, studio, svago, faccende domestiche... È proprio un senso di sonnolenza, pesantezza agli occhi... Che però non impone di addormentarmi. Resisto.
Ad ogni modo spero tanto sia a causa tiroide, perché io ho paura per eventuali tumori. Anche se di accertamenti ne ho fatti molti nell'ultimo periodo (analisi del sangue, visite ginecologiche ripetute, eco cuore, ecoaddome due volte, colonscopia, ecoseno, ecotiroide almeno 4 volte, risonanza magnetica encefalica...) tutti negativi.
Potrei soffrire di sindrome da stanchezza cronica? Eppure non ho sintomi tipo febbre o linfonodi gonfi... Non so come risolvere.