Utente 567XXX
Buongiorno. Sono un ragazzo di 21 anni che non fuma e non beve (al massimo in quest'ultimo caso solo per occasioni sporadiche). Da ormai più di un mese per via probabilmente di un susseguirsi di cose e la comparsa di quella che mi è stata diagnosticata con colite con reflusso gastroesofageo ho avvertito ansia a livelli alti, con punte che arrivano quasi veri e propri attacchi di panico con tremori e incapacità di tornare alla calma. Nonostante tutto in quest'ultimo mese ho avuto alti e bassi, ma comunque non sempre tutto ciò ha compromesso mia capacità di studio (sto frequentando attualmente università) così come altre cose sono riuscito a farle, ma tuttavia sento spesso il bisogno di "compagnia" attorno a me. Su anche indicazione di una guardia medica chiamata per un riacutizzarsi di questi problemi presi delle gocce di Lexotan (credo fosse giovedì 19 settembre), e non aveva riscontrato particolari problemi neurologici (mi ha persino fatto un "test" sul momento di cui non ricordo il nome). Da ieri avevo un ritorno dei sintomi simili con anche un dolore alla testa nella parte alta e verso destra, quasi come fosse sottocutaneo e mi causa come prurito o fastidio. Sono comunque riuscito a dormire ma stamattina ho ripreso il Lexotan perché mi era ripresa ansia a livelli alti tanto da fare fatica a controllarmi, tuttavia questo dolore di testa descritto non mi è passato neanche successivamente alla somministrazione quindi anche adesso che sono molto più "tranquillo" lo percepisco. Adesso, appurato che un controllo psichiatrico/psicologico occorre e me ne rendo conto ed appurato che oggi andrò comunque dal mio medico curante per un nuovo consulto, è "normale" questo dolore o fastidio? Noto anche una leggera incapacità del solo occhio destro di mettere a fuoco, può riguardare questa situazione? Grazie per le risposte.

[#1]  
Dr. Giovanni Ronzani

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MORLUPO (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
gentile Utente, da quanto riporta, la situazione sembra corrisponde abbastanza bene ad uno stato ansioso con somatizzazioni, ovvero con sintomi che si manifestano come disturbi fisici ma traggono origine dallo stato psichico. Per quanto una corretta diagnosi necessita sempre di una o più visite, credo che sia corretto iniziate ad esplorare i sintomi psichici manifestati.
Cordiali Saluti

dr Giovanni Ronzani

[#2] dopo  
Utente 567XXX

Grazie per la risposta dottore. Ma è normale che io senta debolezza muscolare? In particolare molto nelle braccia. Faccio ad esempio fatica ad alzare il muscolo dell'avambraccio. C'è da dire che da qualche ora (verso le 12/13) ho dovuto riprendere il Lexotan (10 gocce) nonostante non abbia dormito. Oppure sento un lieve fastidio alle spalle (anche se pure questo può essere dovuto a posizionamento errato o altri fattori).

[#3]  
Dr. Giovanni Ronzani

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MORLUPO (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Si tratta di sintomi aspecifici, possono dipendere da molti fattori, per quello che viene riportato, "nulla questio" circa la possibile appartenenza a sintomi riconducibili a somatizzazioni d'ansia.
Cordiali Saluti

dr Giovanni Ronzani

[#4] dopo  
Utente 567XXX

Proprio oggi ho effettuato una visita psichiatrica (ho avuto alti e bassi in questi giorni ed ho fatto fatica a dormire sempre per via dell'ansia, ho anche preso del Lexotan 10 gocce prima di dormire senza quasi nessun effetto). Il medico mi ha prescritto del Sereupin e dell'Alprazig, Sereupin da prendere una volta sola al pranzo e solo mezza compressa prima settimana e Alprazig 10 gocce alle 9, 10 gocce alle 14 e 20 alle 21. Dopo aver dormito un po' mi sono risvegliato ancora con uno stato un po' ansioso. Inoltre ho ancora questo disturbo oculistico (anzi sembra addirittura accentuato) specialmente nell'occhio destro, occhio in cui soffro anche di un leggero abbassamento delle palpebre (ptosi) e minore sensibilità della stessa palpebra al tocco. Dovrei fare una visita oculistica per escludere altri disturbi? Purtroppo su Internet si leggono tante cose ed ho avuto molta paura in questi giorni di soffrire di Sclerosi o di avere un ictus. Ho notato per esempio che a seguito di un urlo di un mio componente familiare ho avuto una sensazione di grande dolore verso la testa (questo sabato). Dovrei chiedere consulto ad un neurologo?