Utente 570XXX
Ringrazio anticipatamente tutti gli specialisti che mi sapranno dare consigli riguardo i miei disturbi. Circa un anno fa, ho subito un furto in casa durante la notte. Svegliato da ambigui rumori che provenivano dal primo piano, sono subito sceso dalla zona notte premunito di uno spray al peperoncino per autodifesa, non prima di aver chiamato i carabinieri. Purtroppo per me non sono riuscito a mettere in fuga i due ladri che sono entrati dentro casa mia, anzi sono giunto ad uno scontro fisico che non ho potuto sostenere perché da solo. Durante la colluttazione, sono stato stato preso alle spalle da uno dei due, che mi ha tentato di soffocare impedendomi di respirare da naso e bocca. Il mio dimenarmi non è servito a niente perché l'altro ladro aiutava il complice a tenermi bloccato. Nel giro forse di due minuti, ho perso i sensi per mancanza d'aria. Ho ripreso conoscenza mezz'ora dopo l'accaduto, quando ormai i ladri si erano portati via la mia auto e i pochi soldi liquidi che avevo in casa. I carabinieri, giunti sul luogo quando ormai il fatto si era compiuto, provvedevano a chiamare il 118 perché mi vedevano in un forte stato confusionale. Al pronto soccorso, appurati i parametri vitali, mi hanno dimesso nel giro di un paio d'ore. Dopo questa esperienza traumatica che ho vissuto un anno fa, ho iniziato ad avere vuoti di memoria sia a breve che a lungo termine, qualche volta mi sfuggono le parole per formulare una frase, vertigini e giramenti di testa, tremori alle mani e periodici mal di testa. Non mi sono ancora sottoposto ad esami neurologici, tac o risonanze magnetiche. Il mio timore è quello di aver subito danni cerebrali per il tentativo di soffocamento, fortunatamente, non andato a buon fine. Alla luce di quanto vi ho scritto, quali esami devo fare per essere sicuro di non aver subito danni cerebrali da ipossia? Una risonanza magnetica può bastare per stare tranquilli?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è possibile che la sintomatologia riferita sia di origine ansiosa causata dal trauma psichico.
Tuttavia se dovesse servire per la Sua tranquillità può effettuare una RM encefalica che è un esame sufficiente per evidenziare eventuali problemi anossici che, sinceramente, ritengo poco probabili.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro