Utente 570XXX
Buongiorno, potreste aiutarmi a comprendere il referto della rmn che riporto di seguito per favore?
Ringrazio anticipatamente chi vorrà essermi d'aiuto.

Normali l'intensità dei nervi ottici e del chiasma.
Non espansi endo-orbitari.
Regolare la muscolatura oculare estrinseca, di normale intensità di segnale.
A livello parenchimale si osservano iperintensità di segnale in T2 e nella mappa ADC multifocali ad aspetto prevalentemente lineare nella sostanza bianca periventricolare, soprattutto in sede frontale bilaterale in corrispondenza di spazi perivascolari, compatibili con areole di gliosi, senza caratteri di specificità.
Areola di intensità liquorale nel cingolo medio destro compatibile con spazio perivascolare prominente, con orletto gliotico.
Non alterazioni focali sottotentoriali.
Normali le dimensioni dei ventricoli.
Utile confronto con i dati anamnestici ed eventuale follow-up con RM encefalo e midollo.

[#1]  
Dr. Vincenzo Sidoti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
CHIARI (BS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2005
Il referto mi sembra indicare un quadro di normalità, certamente occorre capire e contestualizzare la motivazione clinica che ha portato a sottoporsi all'esame
Dott Vincenzo Sidoti

[#2] dopo  
Utente 570XXX

Gentile dottore, la ringrazio per la cortese risposta. La RMN mi è stata prescritta da un oftalmologo per escludere origine ischemica riguardo dei sintomi (facile affaticabilità visiva con ricomparsa di leggero strabismo intermittente e sintomi di tipo astenopico ) che riporto da parecchi anni, comparsi a seguito di un capogiro, avvenuto dopo un lungo periodo (c.ca 2 anni) durante il quale non portai occhiali da vista, in una condizione di ipermetropia elevata (+4/+4) e ambliopia (strabica) profonda in OD (1/10 con correzione)