Utente
Salve gent.
mi dottori,
Sono una donna di 30 anni e avrei tanto bisogno di un consiglio.

Premetto che anni fa ho sofferto di ansia e ho preso zoloft 50 (adeguatamente scalato) fino a due o tre mesi fa.
In concomitanza alla sospensione del farmaco, forse però con un paio di settimane di stacco... Ho cominciato ad avvertire un fastidio alle gambe non appena mi metto nel letto la sera soprattutto nelle giornate in cui ho accumulato stress e nervosismo.
Nello specifico sento i polpacci formicolanti e la necessità di muovere sempre i piedi.
Il mio fidanzato mi ha detto che a volte li muovo anche durante il sonno.
Ora, c'è una spiegazione a questo?
Dovrei fare analisi o controlli specifici?
Non vorrei sinceramente ricominciare con gli psicofarmaci dopo che ho fatto tanto per toglierli... Durante la giornata non sento ansia o cose in particolare... Attendo delucidazioni, vi ringrazio in anticipo.

Saluti.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
il disturbo che lei riferisce è verosimilmente rappresentato dalla RLS (acronimo inglese per Restless Leg Syndrome) ossia sindrome della gambe senza riposo. E' molto più frequente nel sesso femminile e non richiede test specifici per essere diagnosticata. E' però importante che sia visitata da un Neurologo. Il trattamento potrebbe anche non implicare l'adozione di psico-farmaci.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio Dott. Colangelo, avevo letto qualcosa del genere sul web.
Ma potrebbe avere un collegamento con la. Sospensione dello zoloft? Grazie.

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
no, magari con lo stato di tensione da cui ha detto di essere affetta
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio di cuore.
Approfondiró con visita neurologica.