Utente cancellato
FORTE PAURA E PANICO DI TUMORE AL CERVELLO O SLA
ho 20 anni, ma ormai è da un po' che non vivo più.

Sono stato al PS più volte e anche dal medico di famiglia.

Sostanzialmente quello che ho è un senso quotidiano di sbandamento soggettivo, senso di irrealtà, come se vivessi lontanissimo dal mondo reale, sensazione di svenimento imminente e sensazione di perdere il controllo di me stesso, sensazione che la vista si possa sdoppiare da un momento all'altro, e via dicendo.

Andai un mesetto fa al PS riferendo vertigini soggettive.

I dottori hanno escluso cause vestibolari dell'orecchio e non sono riusciti a spiegare cosa io potessi avere.

Sono stato anche da altri due dottori i quali dopo avermi fatto dei test come ad esempio di stare in equilibrio o di toccarmi il naso, ecc, hanno ipotizzato che si trattasse di semplice ansia.

Io mi chiedo come possa l'ansia provocare tutto questo.

Non vivo più ormai, sono convinto di morire e di non avere più futuro.

Al Pronto soccorso mi hanno detto che volevano evitare almeno per ora di fare la TAC perché non avendo avuto sospetti neurologici (non so sinceramente su quale base) la ritenevano una cosa da evitare almeno al momento.

Adesso io non so che fare, so che forse l'unica soluzione è fare questa Tac anche se ho una paura terribile di farla.

La mia domanda è sul fatto che l'ansia possa provocare davvero tutti questi sintomi che sono reali senza dubbio.

Io sono una persona ansiosa senza dubbio, tuttavia mi pare assolutamente poco probabile che l'ansia o attacchi di panico provochino sintomi persistenti e chiari.

Comunque aggiugno qualche dettaglio: i sintomi si presentano in maniera molto più chiara quando faccio una camminata fuori (ma anche in casa).

A quel punto inzialmente si presentano come uno sbandamento e senso di insicurezza, poi iniziano a subentrare il senso di irrealtà e perdita di controllo nonché svemimento imminente.

Ormai il mio primo e forse unico pensiero da quando mi sveglio sono soltanto i miei sintomi i quali mi abbandonano solo mentre dormo, anche se non appena mi sveglio riprendo a fare i soliti test che mi hanno fatto i dottori, per verificare che non ci siano peggioramenti in atto.

Lunedì andrò dal dottore e so che le ipotesi a distanza sono inutili, però ringrazio in anticipo se qualcuno riesce a darmi qualche indicazione.
Dico solo che ormai non riesco più a mangia, a rapportarmi con nessuno, a studiare... Nulla, perche ormai la mia testa è esclusivamente per questi sintomi che ho.
È possibile che questo dottore del PS abbia sottovalutato la necessità di una tac? Voglio anche aggiungere che due o tre mesi fa mentre camminavo imrpovvisisamente mi ha girato la testa e stavo per svenire e mi son dovuto mettere a sedere per non cadere. Non so più cosa fare, anche perché gli esami obiettivi me li hanno fatti in un momento in cui stavo un po' meglio, ma non so se li avrei superati altrimenti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

mi sento assolutamente di tranquillizzarLa, infatti, da quanto scrive, la sintomatologia sembra tipicamente ansiosa.
L’ansia infatti può causare non solo quanto Lei riporta ma molto di più.
I sintomi sono assolutamente reali, anche fisici propriamente detti, ci sono soggetti che hanno, per es., anche paralisi, questo per dirLe cosa può causare l’ansia.
Personalmente Le consiglio di affrontare il problema rivolgendosi ad uno psichiatra in quanto mi pare che la sua qualità della vita non sia delle migliori.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
562351

dal 2020
La ringrazio infinitamente per la risposta così rapida. ho prenotato per Lunedì una visita da uno psichiatra specializzato anche in neurologia così che mi possa dire il più possibile su miei problemi. Effettivamente come dice lei la mia qualità di vita è crollata pesantemente. Ho ad esempio molta paura di affrontare tutta la giornata di domani perché Lunedì mi sembra così lontano e mi sento instabile. Ho anche paura di dormire perché appena mi sveglio mi accorgo che ho gli occhi pesanti e inizio a fare i vari test per individuare la presenza o meno di diplopia binoculare, e l' ossessione di dover fare una TAC e trovare la causa del problema mi fa star malissimo. Inizio ad accusare anche sensi di colpa perche ho paura che le persone che mi vogliono bene mi perdano a causa dellla malattia che causa questi sintomi. Ad ogni modo la ringrazio ancora per il lavoro che svolge, che per alcuni soggetti come me è utilissimo

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

stia tranquillo e se vuole può farci sapere l’esito della visita che effettuerà lunedì.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
562351

dal 2020
Le scrivo di nuovo per comunicare l'esito della visita. Anche questo neurologo/psichiatra ha sostenuto che non ho alcun segno di disfunzione neurologica e ha negato la necessità di altre analisi. Ha invrce sostenuto la necessità di una terapia psicologica perché sostiene che anche se io facessi una risonanza magnetica le ansie tornerebbero ugualmente. Ringrazio anche lei per l'interesse che ha avuto

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Bene, segua le indicazioni del neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro