Utente
Buonasera,

Sono una donna di 38 anni.

Vi scrivo perché dal 2013, soffro sporadicamente di alcuni attacchi di, penso, emicrania oftalmica.
Per attacchi sporadici intendo 4 in 7 anni.
Gli ultimi 2 a distanza di 1 anno.

Non ho ancora fatto nessun tipo di visita, ma ho avuto un parere medico di un amico oculista che dopo avergli descritto i miei sintomi mi ha consigliato di fare visita neurologica, che farò prossimo mese.

Purtroppo mi si è scaturita un'ansia terribile per questa situazione e la paura di avere la Sclerosi Multipla.

Vi racconto i miei sintomi, sempre gli stessi per tutti gli episodi.
Improvvisamente mi sembra di iniziare a vederr male da un occhio, il dx.
Come se vedessi delle onde da una parte che poi si fanno sempre più profonde fino a vedere anche flash luminosi.
Il tutto dura 20 minuti, poi scompare.
Nei primi 3 attacchi finiva tutto lì mentre nell ultimo attacco di 2 settimane fa dopo poco ho avuto un gran mal di testa laterale.

Posso chiedervi una cortese opinione?

Perché è necessario fare visita neurologica?
Per escludere quali malattie?


Grazie

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

l’ipotesi dell'emicrania con aura è concreta.
Considerata la frequenza mi sentirei di tranquillizzarLa.
Questa forma di cefalea è a causa sconosciuta, talvolta è possibile identificare dei fattori scatenanti, il più frequente dei quali è lo stress psicofisico.
Perché fare una visita neurologica? Per avere una diagnosi corretta e per escludere eventuali condizioni che possano causare la sintomatologia descritta.
Nel Suo caso questa evenienza è davvero poco probabile considerato, come Le dicevo precedentemente, la bassa frequenza degli attacchi, 4 in 7 anni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buonasera,
vorrei aggiornarLa sulla mia situazione.
Ho fatto visita neurologica in data 18 febbraio. Di seguito il responso medico:

Paziente collaborante. Deambulazione eseguita senza note neuropatologiche, possibile su punte, talloni ed in tandem.
Romberg negativo. Nervi cranici integri.
Non deficit campimetrici all'esplorazione manuale del CV. Mantiene la posizione di Mingazzini I e II. Non deficit sensitivi. Prova I/N eseguita correttamente . RC simmetrici, normoevocabili.

Diagnostica: possibile emicrania con aura visiva

Esami consigliati: RM encefalo

Nessuna terapia prescritta

A marzo avrei dovuto fare la risonanza che poi mi è stata annullata per l emergenza sanitaria. Mi hanno chiamato ieri per farla lunedì, a Volterra.
Sono combattuta se farla o no. Sinceramente ho un po' di timore ad andare in ospedale in questo periodo avendo anche due bambini piccoli a casa.
In più vorrei capire perché se la visita neurologica è andata bene, perché mi è stata prescritta una RM?
Sono un soggetto molto ansioso, non so se sarò capace di fare una RM. Ho paura sia dell'esame stesso che soprattutto di quello che potrebbero trovare.

Lei cosa ne pensa?

Grazie, cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

riguardo la RM encefalica nei casi di emicrania con aura ci sono due scuole di pensiero diverse, alcuni colleghi non richiedono l’esame quando la visita neurologica è nella norma e gli attacchi sono molto distanziati nel tempo, altri colleghi preferiscono invece avere il supporto di un esame di neuro-imaging, in questo caso la RM, per escludere una secondarietà del problema ad altre situazioni organiche.
Da questo sito, considerato che il collega ha richiesto l’esame, non posso fare altro che consigliarLe di effettuare la RM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Dottore, La ringrazio per la celere risposta. Eseguirò la RM lunedì.
Secondo Lei, comunque, posso stare tranquilla visto gli episodi sporadici e il buon esito della visita?

Cordialmente.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

sì, dovrebbe stare tranquilla in base all’esito negativo della visita neurologica e alla sporadicità degli attacchi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno,

siamo arrivati al giorno della RM.
Non ho dormito tutta la notte, e stamattina ho avuto un attacco di panico.
Ne ho sofferto per anni, curata da uno psicologo per 2 anni. Sto meglio, ma quando devo fare un controllo, mi si ripresenta sempre un fortissimo stato ansioso.
Soprattutto perché una mia grande paura è sempre stato l aneurisma cerebrale. E adesso ho il timore che dalla RM possano trovarmene uno, o peggio ancora, un tumore al cervello.

Posso chiederLe se i risultati della RM vengono consegnati subito in loco, oppure vengono spediti in un secondo momento?
È vero che se danno subito risposte è perché c'è qualcosa che non va?

Inoltre vorrei chiederLe, che senso ha fate una RM senza mezzo di contrasto se quella con il mezzo di contrasto è molto più difficile?

La RM all'encefalo riesce ad individuare anche problemi alla cervicsle?

Spero di riuscire a completare l'esame senza essere presa dal panico.

Nel frattempo Le porgo i miei più cordiali saluti e La ringrazio anticipatamente per la Sua gentile risposta.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

"Posso chiederLe se i risultati della RM vengono consegnati subito in loco, oppure vengono spediti in un secondo momento?" Varia secondo l'ambulatorio, non c’è una regola.

"È vero che se danno subito risposte è perché c'è qualcosa che non va?" assolutamente no.

Con la RM encefalica non viene rilevata la colonna cervicale.

Mi faccia sapere l’esito ma stia tranquilla

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Le farò sapere.
Grazie, Lei è veramente gentile.

Saluti.

[#9] dopo  
Utente
Buonasers Dottore, questo di seguito il referto della Risonanza.

RM encefalo e tronco (senza contrasto)
Nelle sequenze pesate in diffusione non si evidenziano segni di patologica restrizione della stessa, da riferire a lesioni
ischemiche in fase acuta/subacuta, né alterazioni emorragiche in atto.
Non si evidenziano alterazioni di segnale a carico della sostanza bianca cortico-sottocorticale biemisferica.
Normorappresentato la sostanza grigia , corticale e profonda.
Non si evidenziano processi espansivi né segni di edema intraparenchimale.
Non alterazione a carico delle strutture sotto-tentoriali e tronco encefaliche.
Sistema ventricolare e spazi liquorali subaracnoidei di ampiezza ai limiti della norma.
Strutture mediane in asse.
Lo studio angio-RM, mediante sequenze TOF-3D, non evidenzia ostacoli al segnale di flusso né dilatazioni
aneurismatiche a carico dei principali tronchi arteriosi del poligono di Willis.
Si segnala iperintensità di segnale, nelle sequenze a TR lungo, in corrispondenza dell'apice della rocca petrosa di sn, da
probabile processo flogistico .
Il Medico Radiologo

L'ultimo passaggio mi preoccupa in po'. Che cosa significa iperintensità di segnale?
È grave?

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la RM dell'encefalo è perfettamente normale.
E' stata riscontrata una probabile infiammazione dell'apice della rocca petrosa, non di competenza neurologica ma otorino, specialista al quale Le consiglio di rivolgersi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore,

Premesso che capisco non sia il suo campo, ma di cosa potrebbe trattarsi?
Potrebbe essere un tumore?

[#12]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se è un'infiammazione non è un tumore.
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente
Grazie Dottore,
E mi scusi se ho abisato della sua pazienza.
Secondo Lei, quindi, non dovrebbe trattarsi di niente di particolarmente grave?
Potrebbe essere, ad esempio, un'infiammazione dovuta a problemi all'orecchio come un' otite?
O un problema mandibolare?

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

no, stia tranquilla, potrebbe essere stata causata da un'otite ma l’otorino Le dirà ovviamente più e meglio di me.
Stia serena, non vedo motivi di preoccupazione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Grazie infinite.
È stato gentilossimo.
Grazie.
E buonanotte.

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buonanotte a Lei
Dr. Antonio Ferraloro