Utente
Buongiorno,

frequentemente, soprattutto nella seconda parte della notte, ho uno strano comportamento del respiro.
Premesso che conosco le apnee notturne ostruttive mi sembra che il mio caso sia diverso, in quanto non è che mi manca il respiro, è che io lo trattengo nei polmoni, fino a "sbuffare" l'aria fuori.
In pratiche è come se facessi continue immersioni trattenendo il respiro il più possibile, un po' come si fa immergendosi in acqua.
Questo provoca continui risvegli e al mattino ho i polmoni indolenziti per tutte queste "immersioni"... E' come se il cervello si dimenticasse di espirare.

Preciso che non consumo alcool (un bicchiere o due a cena) e non fumo.
Appena in sovrappeso.

Un opinione?

Grazie, saluti

[#1]  
Dr. Daniele Orsucci

24% attività
8% attualità
8% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2020
Buongiorno, i suoi disturbi in effetti non fanno pensare a problemi neurologi specifici, però sarebbe certamente utile sapere quali accertamenti abbia già praticato.
Se avesse bisogno di una visita neurologica a distanza con relazione scritta mi contatti pure in privato, anche se non vedo motivo di urgenza
Dott. Daniele Orsucci
Neurologo - Esperto Elaborazione Diete
Disponibile per visite on-line (orsuccid@gmail.com)