Utente
Salve Dottori, un eccessivo stato ansioso dovuto alla mia ipocondria, potrebbe provocare disturbi della lettura e del linguaggio e nel ascoltare?
Finora non ho mai avvertito problemi del genere, ma da quando ho iniziato a temere una neoplasia cerebrale, sono apparsi questi disturbi.
Da circa tre mesi (forse anche da prima ma non ci facevo caso), infatti, avverto un disturbo che mi preoccupa abbastanza, e cioè quello che si manifesta durante la lettura in quanto mi capita di scambiare parole per altre (ad esempio cellulosa al posto di cellula, instabile al posto di installabile, genitori al posto di guaritori ecc... ) .
Ciò non accade tutte le volte che leggo qualcosa, ma abbastanza spesso, e sempre ultimamente avverto anche qualche leggero problema quasi ascolto TV, canzoni o persone.
Scambio alcune parole pronunciate con altre simili.
Ad esempio "ANSA" con "ansia".

Inoltre persistono lievi vuoti di memoria ed a volte non ricordo alcune cose ad esempio se ho innaffiato le piante la mattina o in che giorno preciso sono andato a passeggiare o se ho inserito il freno a mano della auto.

Sono anche un po' distratto e agitato.

Indagini e visite:

A Novembre trascorso il giorno 3 per vari problemi di formicolio agli arti superiori, annebbiamento ad occhio sinistro e per i leggeri vuoti di memoria, agitazione ho fatto una T. C. analisi del sangue e visita neurologica al Pronto soccorso.

Poi.
Fatta, privatamente, visita neurologica i primi di Dicembre trascorso e il giorno 18, prima delle festività ho fatto una risonanza magnetica encefalo e cervicale
Non è stato trovato fortunatamente nulla di grave e di particolare.

Trovata nelle due visite una scoliosi alla cervicale che portava i formicolio/parestesie.

Da cosa possono dipendere questi disturbi sopra elencati?


Grazie per le vostre risposte.

Saluti.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
la fenomenologia che lei descrive e segnatamente riguardante l'erronea comprensione di parole pronunciate o lette, non identifica per il vero alcun definito disturbo neurologico. Il deficit neurologico vero consiste nel profferire una parola al posto di un'altra, cosa che costituisce un disturbo afasico del versante espressivo oppure nell'incapacità a leggere (dislessia). Il mio suggerimento è che si sottoponga innanzitutto ad un esame otoiatrico e ad un esame oculistico. Se non emerge nulla da queste valutazioni, può consultare un neurologo, cui richiedere anche un parere sugli altri sintomi denunciati (agitazione, vuoti di memoria, parestesie..).
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Salve,
Prima di tutto grazie della risposta.
Ho fatto anche la visita oculistica e quella otoriatrica non è risultato nulla di particolare dalle due visite come per la TC e la Risonanza Magnetica.
Le parestesie fortunatamente da Gennaio sono passate facendo anche un po' fisioterapia.
Farò una nuova visita dal neurologo appena allentato le restrizioni.

Spero comunque che non sia nulla di grave è molto pesante emotivamente...

Saluti.

[#3] dopo  
Utente
La risonanza magnetica encefalo fatta il 18 Dicembre e la TC più le altre due visite tolgono dei dubbi?

[#4]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Certamente, ma ne discuta con uno Specialista dei disturbi che ha descritto nel suo resoconto anamnestico che riecheggiano piuttosto una condizione funzionale di disturbo psico-somatico anziché lesioni organiche del sistema nervoso. Volendo, in questa contingenza emergenziale, potrebbe anche accedere ad un video-consulto.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#5] dopo  
Utente
Salve,
ringrazio ancora per la sua grande disponibilità e per la celere risposta.
L'importante è che gli esami strumentali da me effettuati tre mesi e mezzo fa, oltre le visite, escludano patologie molto gravi ( tumori,demenze ecc..) per le quali si è instaurata l'ipocondria.
Ovviamente anche il disturbo psico-somatici va curato, visto che incide sulla salute e vita quotidiana.

Spero che si sarebbero viste lesioni o formazioni anomale??

Inoltre spero non si siano formate malattia gravi in questi pochi mesi??


Dopo Pasqua, sicuramente, proverò a sentire per un video-consulto.

Colgo l'occasione per farle gli auguri delle festività pasquali.

Saluto.

[#6]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La ringrazio per gli auguri, che cordialmente ricambio, e per la cortese recensione. Le confermo che una negatività ad indagini effettuate di recente deve rassicurarla al 100%. Se desidera avere un videoconsulto con me può contattarmi e gliene indicherò la modalità.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#7] dopo  
Utente
Salve,
Ringrazio ancora per la veloce risposta.
Avevo omesso le analisi del sangue che comunque andavano bene in tutti valori.
Inoltre le ho fatte il 25 Febbraio scorso essendo donatore di sangue, plasma e piastrine avendo 41 anni da circa 20 anni.
Spero di riuscire a essere tranquillo in questi giorni.

Dopo le festività di Pasqua si potrebbe fare il video consulto.
Saluti e buona serata.

[#8] dopo  
Utente
Salve, come funziona un video consulto?
Grazie.

[#9]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenda contatto con me (E-mail) e le indico le modalità.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it