Utente
Salve,

Scrivo in quanto ultimamente ho sofferto di emicranie ma di recente è successo qualcosa che mi ha spaventato molto, anche se ora sto bene.

Sono una ragazza di 21 anni, da sempre con pressione lievemente bassa.
Qualche settimana fa all'improvviso mi è partito un mal di testa fortissimo che pensavo letteralmente di rimanerci.
La parte frontale e centrale della testa sembrava esplodere da un momento all'altro e sono dovuta subito ad andare a rilassarmi in un posto silenzioso e isolato da tutto.
Negli ultimi anni ho sempre avuto fitte di emicranie, piu che altro prima del ciclo o in momenti di stress, ma questo mal di testa è stato proprio qualcosa di diverso e spaventoso.
Mi sentivo leggermente "disconnessa" e non volevo proprio parlare perchè la testa mi faceva troppo male.
A volte non capisco neanche più se sia dovuto a quello oppure ad altro.
Ad ogni modo, il mal di testa passa, e ritorno a stare bene come sono sempre stata, anche se i giorni successivi vengo accompagnata da fitte fastidiose, ma molto più lievi del precedente mal di testa di qualche giorno prima, per poi sparire del tutto.


E' stato strano per la forte intensità del dolore, per il quale pensavo di avere quasi un aneurisma o cose simili, come se mi stesse scoppiando qualcosa.


Altri medici hanno sempre pensato a emicranie dovute ad input sensoriali (es.
schermi, luci, rumori) e/o stress, cefalea tensiva, oppure alla mia ansia.
Ma ripeto, non è MAI stato come le mie solite emicranie, e per questo mi sono spaventata così tanto.


Ma chiedo anche con voi perchè mi voglio accertare sul serio che non sia nulla di grave e sarei lieta di ricevere un opinione al riguardo.


Ringrazio per l'attenzione

Buona Giornata

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

un mal di testa che insorge per la prima volta o varia le sue caratteristiche rispetto agli attacchi precedenti deve essere indagato mediante visita neurologica presso un collega esperto in cefalee ed eventuali esami diagnostici se ritenuti opportuni dallo specialista in base ai riscontri della visita, per es. una RM encefalica.
Non si allarmi perché la possibilità che sia stato un attacco emicranico particolarmente violento esiste ma, come Le dicevo prima, è corretto approfondire il caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buona Sera Dr. Ferraloro,

La ringrazio per la risposta.
In passato (1-2 anni fa se ricordo bene) avevo già effettuato una risonanza magnetica, dalla quale per fortuna non era stato riscontrato nulla di anomalo.

Mi consiglierebbe quindi di effettuarne un'altra per sicurezza?

Inoltre notavo che, in questa brutta emicrania, ero fortemente stressata per via di luci molto accese, volume tv molto alto e gente che in generale mi provoca stress. Infatti, come ripeto, appena mi sono isolata, sono stata gradualmente meglio. Puo darsi anche che dipenda dal fatto di sentirsi sottopressione e stanchi della solita routine, gente, mansioni a cui siamo sottoposti ogni giorno per via della quarantena?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazza,

la Sua analisi mi sembra lucida e corretta.
Se non si presenta più un episodio della stessa entità potrebbe non fare nulla, altrimenti poi si valuterà come procedere.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Capisco, vedrò come si evolve il tutto allora.

La ringrazio ancora di cuore per l'attenzione

Cordiali Saluti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro