Utente
Salve dottori.
A seguito della comparsa, a metà gennaio, di acufene, ho eseguito degli esami da un otorinolaringoiatria.
Non è stata riscontrata ipoacusia né malattie del condotto uditivo.

Sono stato reindirizzato da un neurologo il quale ha suggerito di effettuare una RMN per valutare l'eventuale presenza di neurinoma dell'acustico.

L'esito della RMN, effettuata con e senza contrasto, mi è stato interpretato dal neurologo con scarsità di spiegazioni.

In particolare, lo studio delle rocche ha mostrato una lieve asimmetria delle cisterne dell'angolo ponto cerebellare con prevalenza a sinistra, dove compare l'acufene.
La presenza di un'asimmetria mi ha preoccupato, e il neurologo ritiene che possa essere un sintomo legato a qualcos'altro, senza specificarmi cosa.

Dal momento che l'acufene è di recente comparsa e dal momento che non è stata riscontrata ipoacusia, potrebbe trattarsi di un neurinoma alle primissime fasi dello sviluppo?
O è piuttosto necessario effettuare ulteriori esami?

Ringrazio per l'attenzione, cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
il neurinoma dell'VIII nervo cranico da una fase iniziale intra-canalicolare (ossia al di sotto di un centimetro) diviene extra-canalicolare ed invade l'angolo ponto-cerebellare. Ad ogni modo, in ambedue le condizioni, la risonanza magnetica riesce ad evidenziarlo. L'asimmetria delle cisterne dell'angolo non è ascrivibile ad un neurinoma dell'acustico, ma è verosimilmente una variante anatomica. Esegua, comunque, indagini funzionali sull'udito, di competenza ORL ed una RM di follow-up fra qualche mese per sua maggiore tranquillità.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto. Ho già effettuato degli esami dall'otorino e non è risultato nulla fuori posto.