Utente
Buongiorno,
vorrei chiedervi un parere su quanto accaduto a mia madre, 91 anni, da circa 6 anni in cura per epilessia con Matever 500 (3 compresse al giorno) e Depakin Chrono 300 (2 compresse al giorno).

Lo scorso 15 aprile è caduta e si è rotta il femore; è stata operata e dopo alcuni giorni rimandata a casa, dove ha iniziato la riabilitazione.
Per fortuna tutto sta procedendo bene, ha ricominciato a camminare, seppure con il deambulatore, a nutrirsi in modo regolare e a condurre una vita "normale", ovviamente in rapporto alla sua età.

Due giorni fa è capitato un episodio che mi ha spaventata moltissimo.
Premetto che ovviamente per sicurezza ancora non cammina se non c'è qualcuno accanto a lei.
Ho sentito un botto, l'ho trovata caduta in terra lontana dalla poltrona - quindi aveva fatto dei passi - e con il deambulatore vicino.
Era in stato confusionale e assente, proprio come quando ha la crisi epilettiche.
Non riusciva a spiegarsi cosa fosse accaduto.

Poiché ultimamente le crisi erano controllate dai farmaci e si ripetevano sempre meno frequentemente e sempre con compromissione del linguaggio e al massimo qualche gesto involontario ma molto limitato (es: deglutiva o agitava un braccio), mi chiedo se lo stress per tutto quello che è accaduto (aggravato dal fatto che in periodo di coronavirus non mi hanno fatto entrare in ospedale dove lei è rimasta praticamente sola tutto il tempo con grande angoscia), o l'anestesia possono aver provocato un peggioramento della situazione dell'epilessia... sarà stato un episodio isolato o devo aspettarmene altri a breve?

Cosa mi consigliate di fare?
Al momento è anche complicato portarla dal neurologo, per motivi vari.

Grazie infinite, buona giornata.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

lo stress psicofisico è il principale fattore scatenante una crisi epilettica per cui è possibile che il recente periodo abbia causato tale stress.
Se la crisi resti isolata o meno non è possibile prevederlo ma la possibilità che resti tale è concreta.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto, dott. Ferraloro!
Io spero davvero che si sia trattato di una crisi epilettica, isolata, e non di un inizio di altra patologia...
Grazie ancora per il tempo che mi ha dedicato.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla. Grazie a Lei per la gentile recensione.

Cordialmente Le auguro una buona serata
Dr. Antonio Ferraloro