Utente
Salve a tutti!
A seguito di un trauma pelvico ho cominciato ad avere fascicolazioni mioclonie bruciori superficiali e un dolore lacerante e la sensazione di un filamento che tira quando cammino ablungo.
La cosa si accentua soprattutto dopo eiaculazione con fastidi ramificati nel perineo.

Vorrei sapere se tutto questo può essere causato da una lesione di nervi o intrappolamento e che tipo di esame diagnostico effettuare.
ho sentito parlare di elettromiografia e neuromiografia se non erro però vorrei avere un vostro parere.

Vi ringrazio!

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buongiorno a Lei

ritengo come sarebbe indicato uno "studio neurofisiopatologico quali Emg/Eng e Potenziali Evocati del pavimento pelvico".

Ad escludere cause organiche utile una RM addome inferiore e pelvica.

Cordialmente
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore la ringrazio per la risposta!
Ho effettuato una RM alle pelvi con seguente conclusione:modesta imbibizione edematosa della fascia mesorettale tra ore 11 e 12 ipertono delle pareti del sigma che appaiono lievemente iperemiche per possibili note flogistiche.
L urologo ha individuato dilatazione delle vescicole seminali.Eppure secondo me è un evento conseguente anche perché ho avuto anche dilatazione dei vasi in tutto il corpo soprattutto dei genitali ma il dottore non ha saputo dare spiegazione.Sono andato anche da un flebologo e secondo lui la causa era un alterazione del nervo vago.ho già preso appuntamento con un altro flebologo per mostrargli la risonanza.Peró so che problemi circolatori possono essere causati da intrappolamento nervoso e in caso contrario non mi spiegherei le continue neuropatie infatti ho avuto inizialmente anche disturbi al orecchio e al occhio sinistro e lungo il collo che sono disturbi sempre neurologici anche se sono avvenuti dopo l uso di Lymdiaral un medicinale omeopatico consigliatomi dal flebologo però per fortuna attualmente non ho più tali disturbi.Lei cosa ne pensa di tutto questo ? Può essere veramente un disturbo del nervo vago?
Cordialmente