Utente
Salve
Da una settimana circa ho notato uno strano rigonfiamento dietro la nuca in prossimità dell orecchio (come una pallina di 1 cm circa) siccome lo scorso anno da un ecografia fatta per placche alla gola mi è uscito un linfonodo del collo reattivo il primo pensiero è stato quello (ovviamente potrei sbagliarmi) entrambi lato sinistro.
Tra l altro è un po di tempo che soffro un po di cervicale tensiva potrebbe essersi gonfiato per quello?

negli ultimi esami del sangue fatti 6 mesi fa avevo anche i linfociti un po alti ma allora il medico mi disse che non era nulla di allarmante

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l’argomento della domanda non è di stretta competenza neurologica a meno che la pallina di cui parla non sia un linfonodo ma una contrattura muscolare.
Per una prima valutazione tra le due condizioni si rivolga al medico curante che palpatoriamente è senz’altro in grado di differenziarle. Poi, in base ai riscontri della visita, Le dirà come procedere.
Le dico questo perché succede spesso che un paziente venga alla nostra osservazione riferendo il linfonodo ingrossato e poi si rileva una contrattura muscolare.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore grazie per la risposta
Vorrei spiegarle meglio....
Dopo l ecografia al collo feci anche una radiografia al cranio poiché avevo spesso mal di testa lato sinistro e dolore al tatto del cuoio capelluto, da cui non uscì nulla... quindi il medico curante mi disse che era una nevralgia.... però dolori nella zona cervicale e mal di testa (anche al tatto nella zona del vertice) sono continuati di tanto in tanto ma li ho sempre trattati da sola con antinfiammatori tipo oki
Ora mi chiedo questa " pallina" sento al tatto (sempre lato sinistro) sia un linfonodo o qualcosa da collegare a questi dolori

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

conferma che ha fatto una radiografia al cranio? Le faccio questa domanda perché in caso di cefalee questo esame non serve, è evidente che non abbiano trovato nulla.
La diagnosi di una cefalea è clinica, cioè si fa soltanto sulla base della visita neurologica e del colloquio con il paziente (anamnesi) che resta l’elemento fondamentale.
Solo in casi dubbi o sospetti può essere utile un esame diagnostico, essenzialmente la RM, ma in caso di emicrania, di cefalea tensiva e di altre forme di mal di testa anche la RM sarà negativa.
È fondamentale sapere che non è un esame strumentale a far fare diagnosi di cefalea.
Nel Suo caso potrebbe trattarsi di cefalea tensiva con componente cervicale.
Ovviamente alla Sua ultima domanda non è possibile rispondere senza la visita medica, in generale Le posso dire che se è un linfonodo non è correlato alla cefalea e alla cervicalgia, se invece fosse una contrattura muscolare è compatibile con la sintomatologia descritta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore
Si le confermo ... radiografia al cranio
. In effetti anche io mi sono chiesta come mai il medico me la fece fare... ma ovviamente non obiettai ...
Sicuramente appena mi recherò dal medico chiederò di controllare questa "pallina" scusi l espressione ma non avrei mai pensato (solo ipoteticamente) ad una contrattura.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi faccia sapere cosa Le dirà il medico curante.
Ho spiegato nella prima risposta perché parlo anche di contrattura.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro