Utente
Gentile dottor Ferrarolo mi scusi per l'ennesima volta se la disturbo ho dovuto chiedere un nuovo consulto perché quello di prima era scaduto, riassumo un po la mia situazione sono un ragazzo di 27 anni che soffre di ansia e di attacchi di panico e di emicrania con aura da tanti anni, ho fatto tante visite ed esami e preso tanti farmaci, ho fatto: visite neurogiche, Rm encefalo e tronco encefalico e Angio-Rm encefalo, Tac Encefalo, diversi EEG anche in privazione del sonno risultati negativi, visite oculistiche e campi visivi (sono solo un po astgmatico), visita ORL risultata negativa (l'ho fatta perché ho le tonsille e il setto nasale deviato, e ho un ipertrofia dei turbinati di sinistra risultati nella Rm) visita cardiologica con elettrocardiogramma ed ecocardiogramma color doppler, ecografia addome e reni, analisi del sangue e delle urine risultate tutte negative.
Sono seguito da una psichiatra con la seguente terapia zarelis 75 mg, lyrica 75 mg, xanax 1 mg x 2 volte al giorno, con questa terapia sto leggermente meglio la faccio da 3 mesi circa, e da aprile ad oggi ho avuto 2 attacchi di emicrania con aura, le scrivo per raccontarle ciò che mi è successo due giorni fa, mi sono svegliato con un aura visiva all'occhio destro e con mal di testa unilaterale nella parte sinistra sopra l'occhio dopo un'ora ho preso il synflex da 550mg ma l'effetto si è sentito poco e ho avuto una forte nausea tutta la mattina, a pranzo ho fatto una puntura di toradol e il dolore si può dire che è passato, ma mi sono sentito sgomentato e con nausea tutto il giorno, pomeriggio ho preso 15 gocce di levobren ma nulla da fare, sono stato la sera in guardia medica e avevo la pressione 110/60 96 di saturazione e 75 di frequenza cardiaca e mi ha consigliato una puntura di limican che non ho fatto, stamattina sono stato dal medico curante e la pressione era 100/70, le volevo chiedere quello che mi è successo sabato può essere stato un attacco di emicrania con aura?
I miei valori di pressione destano preoccupazione?
Un ultima cosa con lo zarelis anche anni fa quando l'ho assunto per diversi mesi avevo sempre stanchezza e forte sonnolenza può essere lo zarelis che provoca questi effetti?
La settimana scorsa il farmacista mi ha dato perché non aveva lo zarelis l'efexor e ho sentito più nausea rispetto allo zarelis può avere influito con l'episodio di sabato?
Un ultima domanda siccome ho sintomi come leggero formicolio che dura pochissimo questione di secondi al braccio destro e alla gamba, e poi demenza ad esempio mi dicono il nome o cognome di una persona e un'ora dopo lo dimentico, oppure penso ad una cosa e dopo 2 minuti non ricordo a cosa pensavo poi lo ricordo dopo, c'è da dire che per me è stato un periodo di ansia e stress, sono sintomi riconducibili a tumori sclerosi multipla o sla?
Mi perdoni le mie domande ma la mia ansia è ipocondria purtroppo mi fanno preoccupare molto, la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la possibilità che l’episodio descritto sia un attacco emicranico con aura esiste.
Escludo però che tale episodio sia stato scatenato dalla sostituzione dello zarelis con efexor.
Escluderei anche le malattie che menziona alla fine del Suo post.


Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la risposta, però anni fa ho preso l'efexor sentivo molto i suoi effetti collaterali come nausea e altri sintomi che non ricordo, potrebbe esserci qualche eccipiente nel efexor che non è presente nello zarelis che mi crea questi disturbi? Comunque settimana prossima ho appuntamento con la psichiatra, un ultima cosa i miei valori pressori sono bassi da giustificare lievi vertigini? Cordialmente

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

tra i due farmaci che menziona è diverso il meccanismo di rilascio, questo potrebbe influire sugli effetti collaterali.
I valori pressori che indica difficilmente possono causare vertigini, poi però ogni reazione è individuale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio ancora per la risposta le auguro una buona nottata Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prego.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Gentile dottore, mi scusi se la disturbo ancora una volta ma ho bisogno di un consulto, come le ho detto in precedenza sto assumendo la seguente terapia farmacologia( zarelis 75mg, lyrica 75mg xanax 1 mg per 2 volte al giorno) prescritta dal pschiatra per ansia e attacchi di panico ed emicrania con aura, le volevo chiedere:
1) Questi farmaci possono causare forte sonnolenza? E di conseguenza facilitare le apnee notturne di tipo ostruttuvo visto che ho le tonsille un po gonfie, setto nasale deviato e ipertrofia dei turbinati? Lo stesso otorino 2 anni fa come diagnosi ha scritto roncopatia e non ha escluso che io possa soffrire di apnee di tipo ostruttuvo mi ha prescritto una terapia che non ho fatto per diversi motivi
2) La roncopatia è associata ad apnee notturne di tipo ostruttuvo?
3) Questi farmaci che assumo insieme alla mia situazione otorinolaringoiatrica possono causare enuresi notturna? Visto che ogni tanto purtroppo mi è successo
4) Esistono antidepressivi che hanno come indicazione sia l'ansia che l'enuresi notturna? Se esistono potrebbe almeno dirmi la categoria? Se sono ssri, snri o triciclici, oppure ndri? O altri? Non sto chiedendo una prescrizione perché so che online è vietato ma solo un informazione generica, la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Sì, possono causare sonnolenza.
Per lo studio delle apnee notturne deve effettuare una polisonnografia.
2. Spesso ma non sempre.
3. Generalmente no, incontinenza urinaria sì.
4. I triciclici
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore la ringrazio per la risposta e come sempre per la sua disponibilità, gentilezza e professionalità le auguro un buon inizio settimana
Cordiali saluti