Utente
Buongiorno,

Stavo valutando l'idea, pur essendo molto giovane, di effettuare una visita presso un neurologo.
Volevo chiedervi un parere.
Ultimamente, durante la notte, ho frequenti parestesie intense notturne che mi svegliano, ma durano poco, non le ho mai avute prima e sono più intense di quelle da compressione, le ho a livello di entrambi gli avambracci.
Inoltre mi sento debole, a livello muscolare.
Può essere dovuto al fatto che durante il lock-down ho fatto poco movimento?
Ogni tanto noto nella mano dx un tremolio, una sorta di debolezza.
Quali sono i primi sintomi?
Dovrei preoccuparmi?
Possono essere riconducibili al poco movimento o allo stress?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazza,

i sintomi che menziona non hanno nulla a che vedere con la SLA, infatti sono sintomi sensitivi mentre la SLA è una malattia motoria.
L’ipotesi della ridotta attività motoria è possibile.
La visita neurologica però va fatta ugualmente per avere un parere diretto del caso.
I primi sintomi? Un deficit motorio, cioè impossibilità a compiere un normale movimento.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Ottimo per le parestesie. Se dovessi dire ogni tanto con la mano dx faccio fatica ad aprire le bottiglie di acqua. è come se fosse "pigra" e imprecisa. Però comunque quando stringo il braccio di mio padre per vedere se ho forza mi pare di stringerlo forte, in ogni caso valuterò per un'elettromiografia. Ogni tanto mi cadono anche gli oggetti dalle mani, ma, anche qui, è difficile discernere quanto sia predominante la componente psicologica su quella somatica.
La ringrazio molto

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro