Utente
Salve, scrivo per mia madre, 65 anni.
Ha avuto un tumore al seno sx.
Alla diagnosi era già localmente avanzato, con invasione della cute, retrazione capezzolo, necrosi, ulcerazioni e linfonodi ascellari omolaterali invasi.
Ha fatto un ciclo di chemioterapia neoadiuvante con doxorubicina e ciclofosfamide seguito poi da taxolo settimanale per 6 mesi.
Ha eseguito una pet-tc prima della chemio e una prima dell'intervento ed entrambe non hanno mostrato metastasi a distanza.
A marzo viene operata, mastectomia con svuotamento ascellare.
I linfonodi positivi erano 12.
Tumore ormonale, negativo per her2 e margini chirurgici indenni.
in trattamento da marzo circa con letrozolo.
Attualmente sta facendo la radioterapia adiuvante.
Scrivo per un consulto riguardo una sintomatologia insorta da maggio circa: si sono verificati due singoli episodi di vertigini (riferita la sensazione di vedere l'ambiente intorno girare) con vomito e sudorazione e diarrea entrambi della durata di 1-2 ore circa con risoluzione spontanea (riposo seduta senza muoversi).
Si sono verificati solo questi due episodi ad oggi, a distanza oltre un mese l'uno dall'altro, il primo quando si è alzata dal letto una mattina e un altro mettendosi a letto un pomeriggio.
Prima di quest' anno mai avuti problemi di vertigini.
Non ha mai cefalea e nemmeno sono presenti sintomi neurologici, solo occasionali acufeni.
Su indicazione del medico curante abbiamo fatto una rx cervicale che ha effettivamente riportato rettilineizzazione del tratto cervicale con spondiloartrosi e discopatia a c5-c6 e c6-c7.
Soffre anche di ipertensione, diabete, ipotiroidismo, schizofrenia (assume neurolettici che tra gli effetti collaterali sono riportati vertigini), bpco e fuma ancora nonostante tutto.
Parlandone con il medico di radioterapia abbiamo deciso di effettuare una tac dell' encefalo.
In attesa di eseguire l'esame e del risultato chiedo appunto un parere sulla situazione e se in base alla sintomatologia si può pensare a metastasi cerebrali.
Gli ultimi esami ematici fatti a fine giugno i marcatori tumorali sono risultati normali.

[#1]  
Dr. Vincenzo Sidoti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
CHIARI (BS)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2005
direi che e' poco probabile come ipotesi (anche la diarrea concomitante ); il sintomo vertigine pone una diagnosi differenziale tra affezione del labirinto (piu' probabile in questo caso) o di strutture cerebellovestibolari centrali .
Attenda con fiducia esito TC
Dott Vincenzo Sidoti

[#2] dopo  
Utente
Mi scusi se insisto, ma la preoccupazione è tanta. A carico delle strutture cerebellovestibolari centrali potrebbe esserci una metastasi che causi la sintomatologia?

[#3]  
Dr. Vincenzo Sidoti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
CHIARI (BS)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2005
Stia tranquilo. Solo su questi dati e senza una valutaz clinica, non posso confermare o escludere nulla , ma certo e' molto poco probabile. In bocca al lupo
Dott Vincenzo Sidoti