Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 36 anni.
Da circa due mesi e mezzo avverto fascicolazioni diffuse su tutto il corpo.
Sono iniziate sul bicipite del braccio sx, poi si sono spostate sui polpacci e a seguire su tutti i muscoli degli arti, sulle mani e sui glutei.
Sono come piccole scosse, spesso visibili ad occhio nudo, che compaiono per qualche istante sotto forma di uno o più guizzi, poi si interrompono e ricompaiono dopo un lasso di tempo variabile nelle medesima zona o altrove con modalità analoghe.
Le avverto principalmente quando sono seduto o a riposo.
A volte sono più frequenti altre meno.
Per esempio, ora le ho abbastanza costanti nella zona esterna della gamba destra tra quadricipite e bicipite femorale della gamba dx e sul gluteo.


Mio nonno ha avuto la SLA.
Ho sempre avuto il terrore di questa malattia e questi sintomi mi hanno subito gettato nel panico.


Mi sono recato dal medico di base, che mi ha visitato col marteletto non riscontrando alcuna anomalia.
Mi ha comunque consigliato una visita neurologica.
Ne ho fatte 2.


Il primo neurologo non ha riscontrato nulla di particolare ed ha ipotizzato che la causa delle fascicolazioni possa essere lo stress.
Mi ha prescritto esami sangue: tsh reflex, na, potassio, ca++, ck, ldk.


Anche la seconda visita è stata nella norma:
"Esame obiettivo neurologico: nella norma (in particolare, riflessi propriocettivi di media intensità simmetrici, trofismo muscolare di norma.
Durante la visita non sono state osservate fascicolazioni).
Si richiedono prudenziali EMG ai 4 arti e CK".


Questi sono i risultati degli esami del sangue:
- s-TSH: 0. 993 (0. 270 - 4. 200)
- s-CK: 104 (25 - 190)
- s-LDH: 315 (250 - 450)
- s-Sodio: 139 (135 - 145)
- s-Potassio: 4. 9 (3. 5 - 5. 0)
- s-Calcio: 2. 37 (2. 20 - 2. 60)
- s-Magnesio 0. 90 (0. 62 - 1. 06)

Rimangono leggermente fuori range
- p-Mioglobina: <21 (23 -72)
- Emocromo:
- - PDW (Distribuzione vol.
PLTS): 10. 1 (11. 5 - 17. 5)
- - MPV (Volume Medio PLTS): 9. 2 (10. 0 - 13. 5)
- s-Elettroforesi Sieroproteine:
- - Alfa 1: 2. 6 (2. 9 - 4. 9)
- - Beta 2: 3. 0 (3. 2 - 6. 5)

Dovrò svolgere l'EMG a breve.


Per quanto sia una persona ansiosa, non ritengo di attraversare un periodo di particolare stress/ansia.
O magari non me ne rendo semplicemente conto.
Sono però con l'attenzione puntata h24 su questo problema.
Non mi sento sereno perché non capisco quale possa essere l'origine di queste fascicolazioni e la paura, inutile nasconderlo, c'è.
Gli unici eventi che ho ricollegato con l'inizio di questo problema, solamente perché concomitanti, sono una scossa elettrica presa mentre montavo un pc e la ripresa di un'attività sportiva di media intensità dopo i mesi di lockdown passati in casa.


Volevo chiedere un vostro parere su questo mio quadro sulle possibili cause.
Inoltre, sempre in relazione alla scossa elettrica di cui parlavo poco fa, mi chiedo se l'EMG, anch'essa basata su impulsi elettrici pur di bassa intensità, non possa in qualche modo rischiare di acuire le fascicolazioni.


Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le cause delle fascicolazioni sono tante, spesso non si riesce nemmeno ad individuarle.
Le premetto che la stragrande maggioranza è benigna.
Ansia, stress, esercizio fisico intenso, alterazioni elettrolitiche, discopatie, ecc. sono tra le più frequenti.
"Sono però con l'attenzione puntata h24 su questo problema" è già sufficiente per scatenarli.
Le due visite neurologiche negative dovrebbero tranquillizzarLa, soprattutto dopo due mesi mezzo dal loro esordio.
Faccia tranquillamente l’EMG (non acuisce le fascicolazioni).

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,

la ringrazio per la Sua gentile risposta. Per quanto comprendo, gli esami del sangue che riportavo non paiono rilevare nulla sul piano elettrolitico né sembrano dare altri suggerimenti di sorta.

Ciò che mi ha colpito è stato questo repentino diffondersi delle fascicolazioni che mi ha messo in allarme e mi ha spinto a rivolgermi ai Suoi colleghi per cercare di capirne l'origine.

Mi ha stupito altresì la richiesta di una EMG solo nella seconda visita e non nella prima, ma ipotizzo che possa essere dovuta ad un diverso "modus operandi" dei Suoi colleghi.

Se ho capito bene, Lei ritiene che spesso possa esserci un circolo vizioso basato sull'attenzione continua verso questo fenomeno e il suo manifestarsi. E' così?

Grazie ancora e buona giornata

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"Se ho capito bene, Lei ritiene che spesso possa esserci un circolo vizioso basato sull'attenzione continua verso questo fenomeno e il suo manifestarsi. E' così?" abbastanza probabile.

Riguardo l’EMG prescritta dal secondo neurologo, probabilmente è stata richiesta per Sua tranquillità, infatti le linee guida non prevedono la prescrizione dell’esame con visita neurologica negativa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,

grazie nuovamente per il Suo parere. L'EMG ai 4 arti mi vede un po' timoroso, perché la percepisco come un esame "invasivo" che va ad introdurre stimoli esterni in un contesto naturale in cui non sono previsti e non vorrei ci fossero controindicazioni ancora non note. Ad ogni modo, su questo direi che mi ha già risposto sopra.

Grazie e buona giornata.

[#5] dopo  
Utente
PS: integro quanto scritto prima perché mi sono ricordato che la motivazione della prescrizione della EMG è stata quella di indagare la presenza di eventuali fascicolazioni patologiche.

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo perché l’EMG non ha nessuna controindicazione, si può fare anche in gravidanza. Bisogna riferire all'elettromiografista solo se si è portatori di pacemaker o si sta praticando terapia anticoagulante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
D'accordo. Grazie mille e buona serata.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, La aggiorno. L'EMG non ha rilevato nulla ma in sede di esame non ho avuto fascicolazioni da far osservare. Il suo Collega che ha svolto l'esame mi ha confermato quanto da Lei riportato.

Queste fascicolazioni stan continuando però in maniera analoga (migranti e intermittenti). Non c'è proprio alcun accorgimento da adottare per migliorare la situazione (a parte, probabilmente, non farci troppo caso)?

Grazie!

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non esiste una terapia specifica per le fascicolazioni.
Mi aspettavo l’esito negativo dell’EMG.
Non dia peso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
Ci proverò, grazie ancora Dottore per la Sua cortese disponibilità.