Utente
Gentili dottori,
Vi scrivo perché non capisco cosa mi stia succedendo e soprattutto perché non so a chi rivolgermi.
Qualche mese fa ho fatto un movimento repentino con la testa (destra/sinistra velocemente) e subito ho avuto un forte giramento di testa.
Ho collegato la cosa a un abbassamento di presione, tornato a casa l'ho misurata e effettivamente era un po' bassa, con battiti a 48 (sono uno sportivo e ho battiti bassi a riposo, il cardiologo durante le visite mi ha riscontrato 55/53 bpm, ma 48 mi sembrano un po' bassi).
Da quel giorno ho avuto continui giramenti di testa, a volte intesi a volte leggeri, che durano pochi secondi o qualche minuto.
Il mio medico mi ha detto di fare visita otorina, ma non mi è stato riscontrato nistagmo.
Ho pensato fosse la cervicale ma dopo trattamento non è cambiato nulla.

Sono passati due mesi e non capisco cosa mi succeda.
Non ho solo giramenti di testa, ho proprio un senso di stordimento, confusione.
Se sto parlando con delle persone mi sembra di non essere lì, nel momento, è come se vivessi quella situazione da lontano.
Le voci mi arrivano da una direzione, le immagini da un'altra.
Mi sto spaventando parecchio e vorrei capire qual è il problema e a chi dovrei rivolgermi.
Soffro di ansia ma questa cosa non mi era mai accaduta e il fatto che sia partita da un evento "traumatico" mi fa dubitare che sia ansia.

In più suoni più forti o acuti mi danno giramenti di testa.
Immagini che scorrono velocemente (tipo all tv) mi danno giramenti di testa.
Per farvi capire anche guidare il motorino è diventato difficile perché sono distratto, vedo le cose ma è come se le vedessi in modo distaccato, come se al cervello non arrivasse bene l informazione, non so come spiegarlo.

Infine ho senso di morsa intorno alla testa, anche doloroso, e pressione nel mezzo agli occhi.

So che non potete fare diagnosi, ma vorrei solo capire se questi sintomi sono tipici di qualche situazione oppure no e se una visita da uno specialista possa essere risolutiva oppure no.

Grazie mille per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia sembrerebbe di origine psichica, magari scatenata da un gesto fisico improvviso ma poi mantenuta ed accentuata da un fattore ansioso.
Le consiglio di effettuare inizialmente una visita neurologica e sentire quindi il parere del collega che, in base ai riscontri della visita, Le suggerirà come procedere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta veloce.
Ho eseguito la visita neurologica e, dopo alcuni controlli, il medico mi ha detto essenzialmente quello che mi aveva scritto lei.
Però se posso chiedere: come è possibile che mi diano fastidio immagini che scorrono velocemente? Sto parlando di stinomi che avverto in modo meccanico ogni volta che si ripresentano le condizioni per provocarli (es. Scorrere velocemente lo schermo del cellulare). Sapevo che l ansia non rta così "rigorosa", può invece provocare una sensibilizzazione fino a questi livelli?
Comunque Il neurologo ha parlato di sintomi da depersonalizzazione. È qualcosa che potrebbe scomparire come è comparso?
Scusi per l'ulteriore disturbo,
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, l'ansia può causare queste manifestazioni.
Il disturbo può regredire spontaneamente? Non è possibile stabilirlo con esattezza, il decorso è molto individuale.
Se però questa condizione dovesse persistere sarebbe opportuno effettuare anche una visita psichiatrica, soprattutto perché il collega ha accennato a problematiche di depersonalizzazione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro