Attivo dal 2020 al 2020
Gentile Dottore Buongiorno,

sono un maschio adulto di 30 anni e sento la necessità di poter esporre un mio problema a una persona competente poiché vorrei fugareun dubbio che mi attanaglia da diverso tempo.
Purtroppo per vergogna di me stesso di quell'atto non ho mai avuto il coraggio di chiedere de visu e spero di poterne parlare con Lei apertamente tramite questo consulto e questo sito che scopro solo ora casualmente.
Mi sono imbattuto in diversi suoi consulti sempre chiari e gentili sull'argomento e vorrei poterne aprire uno tutto mio.

Non sa quanto sia per me difficile parlarne essendo io una persona molto ligia e attenta agli stili di vità, ma tant'è il danno è fatto...

Venendo al dunque, circa 5 anni fa da stupido in una mia esperienza lavorativa all'estero (Londra) con vari amici mi sono persuaso di fare "due tiri" al narghilé in cui uno dei presenti aveva messo una sostanza psicotropa (credo hashis ma non ricordo di preciso, quindi preferirei parlare più in generale nel proseguio del consulto).

Dopo diverse insistenze ho provato a fare due tiri molto brevi apposta per limitare "l'assunzione", in ogni caso mi sarei dovuto opporre ma non lo feci.
Devi dire che non sperimentai nessun effetto psicotropo (forse anche perché avendo visto che aveva mescolato la sostanza sul fondo ho fatto i tiri solo allinizio così da avere minor danno possibile).


Mi piacerebbe chiederLe quindi di poter discutere su un singolo dubbio che mi pongo da anni ogni volta che capito sull'argomento:
1) Mi chiedo, non sapendo io quale sostanza fosse, se per sua esperienza scientifica/letteratura esistano sostanze psicotrope -anche solo una- che se assunte (FUMANDO) provochino la morte/necrosi di neuroni con una singola assunzione. O se questo non accada mai.
So infatti che ci sono anche mix chimici e questo dubbio vorrei fugarlo, per essere semplicemente conscio di quel che ho fatto.



Sono stato un debole e ora me ne pento, sicuro che non accadrà mai più (e in effetti in questi anni mai è più capitato) vorrei però capire quali siano le risposte alle domande di cui sopra.
Che mi aiuterebbero molto a capire, poiché essendo io ignorante in materia neurologica sono eccessivamente preoccuapto.


La ringrazio davvero di cuore per il servizio che offre in modo volontario sul sito.
Personalmente, se potrò avere una risposta, credo mi donerà un grande aiuto Dottore.


Cordialmente.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalle modalità di assunzione non vedo nessun elemento che possa fare sospettare una lesione neurologica.
Mi sento di tranquillizzarLa, non si faccia prendere da paure immotivate perché il (non) problema rischia di diventare un’ossessione e sarebbe poi questa a dovere essere curata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
La ringrazio per le sue parole Dottore, non pensavo in una risposta così celelere e accedo solo ora nuovamente al sito. Vorrei poter replicare al consulto...

Ha ragione, in effetti non voglio farla diventare una ossessione, però essendo io una persona abbastanza attenta alla salute volevo capirci di più e ho preferito scriverLe.

Posso fare una domanda mirata?
--> Vorrei chiederle se esistano sostanze psicotrope che assunte fumando provochino la morte/necrosi di neuroni. Ovviamente non parlo di assunzioni reiterate (quelle sì danneggiano) ma di una singola esposizione.

So che può sembrare una domanda stupida vista esternamente, però per me è molto importante poiché sono molto ignorante in materia e questa è una domanda che mi pongo e vorrei porLe.
Lo chiedo perché se non esistono ovviamente escluderei ogni qual possibile esposizione del genere, se invece esistono mi rassegno all'impossibilità di saperlo con certezza assoluta di averla assunta.

Insomma avere una risposta medica/scientifica alla domanda mi aiuterebbe in entrambe i casi, mi aiuterebbe a non rimanere nel dubbio che èquel che mi infastidisce: il non sapere per mia ignoranza. Ovviamente non la disturberò oltremodo.


Grazie Dottore per non avermi giudicato, è davvero gentile e professionale.

Cordialità.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le ho già risposto precedentemente, preciso che non è dimostrata nessuna sostanza psicotropa che causa la morte dei neuroni dopo una sola assunzione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Grazie Dottore per la sua ulteriore risposta. Era stato ovviamente cristallino nella prima risposta, però volevo proprio chiederle questo chiarimento: "preciso che non è dimostrata nessuna sostanza psicotropa che causa la morte dei neuroni dopo una sola assunzione".

Insomma, in un certo senso non sapendo quale sostanza fosse quella che "ho fumato" mi chiedevo se esistesse una sostanza che potesse provocare morte di neuroni anche solo con una assunzione fumandola.
So infatti che le psicotrope di solito agiscono come inibitori di qualche interazione chimico/fisica neuronale, di solito, però non avevo mai sentito parlare di sostanze che che magari fumate portassero proprio a morte/necrosi neuronale ed ero enormemente curioso di poterne discutere con un neurologo preparato in materia e posso dire di averlo trovato qui su questo fantastico sito.

Con la sua risposta mi ha chiarito quasto dubbio definitivamente, poiché non essendo ad oggi dimostrata scientificamente l'esistenza disostanze fumate che portino a morte dei neuroni mi fa capire che qualunque fosse quella sostanza che io fumai potrebbe appunto non avermi danneggiato i neuroni stando ai risultati ad oggi disponibili per la medicina.

Se ho detto qualche castroneria mi corregga pure. E' un piacere poterla leggere.

Potrei in qualche modo "sdebitarmi"? E' possibile scrivere una "recensione" dei consulti sul sito? Se sì come posso fare sono nuovo e non ho ancora grande dimestichezza.

Mi scuso se le sono sembrato pedante nelle mie domande Dottore. La ringrazio molto per le sue risposte :).

Attendendo una sua eventuale risposta le porgo i più sinceri e cari saluti.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere averLa tranquillizzata.

"E' possibile scrivere una "recensione" dei consulti sul sito?", certamente, alla fine di ogni singola risposta trova la dicitura "vota il consulto" con due pollici, uno in giù per commenti negativi ed uno in su per commenti positivi, basta cliccarci su, si può votare mediante un numero di stelle e scrivere poi una recensione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Attivo dal 2020 al 2020
Grazie dottore.

Non mi ero accorto. Lascio subito un commento :)