Utente
Salve, specialisti di medicitalia.

Sono un ragazzo di 18 anni e, tre giorni fa (21 settembre), di sera, ho colpito lo spigolo di una mensola con la testa.
Due volte, per la mia sbadataggine: la prima volta in cima alla testa sull’emisfero destro, la seconda sempre in cima ma al centro e più in avanti rispetto alla prima.

Al momento queste botte le ho percepite come lievi, non c’è stato sanguinamento, né bernoccolo, né perdita di coscienza.
Infatti non le definirei neanche botte, ma colpetti.
Rimaneva solo un lieve dolore localizzato nei punti colpiti.
Sono andato a dormire con agitazione e preoccupazione.

Il giorno dopo, martedì, si sentiva solo il lieve dolore del primo colpetto, quello sull’emisfero destro.
E si sentiva quasi esclusivamente quando serravo i denti per mangiare.
Per il resto delle attività giornaliere era difficile percepirlo, eccezion fatta per il momento in cui, mentre parlavo con degli amici, ho sentito una sensazione di calore proprio nell’emisfero destro della testa insieme a una sensazione di nausea.

Il medico dice che è un trauma lieve e che i sintomi sono da imputare all’ansia.
Infatti io soffro di disturbo di panico.

Il giorno dopo (ieri), sono andato in palestra e mentre facevo esercizi di postura avevo sempre quella stessa sensazione di calore, e ho notato che mi viene quando faccio attività che richiedono concentrazione o stressanti (anche in questo momento in cui scrivo).
Inoltre, mi sembra che i pensieri siano più disordinati rispetto a prima del trauma, ma forse è solo autosuggestione.

Ciò che mi mette in difficoltà è che non so dove finiscano i sintomi legati all’evento traumatico, e inizi la invece la suggestione ansiosa.

Temo che si possa sviluppare un ematoma interno o alterazioni cognitive, eccetera.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

dopo tre giorni dal trauma ritengo che possa stare tranquillo.
Il trauma è stato lieve, non ha perso coscienza, non ha sintomi importanti. Inoltre nei giovani eventuali complicanze si presentano nelle prime ore.
E' probabile che l'attuale sintomatologia sia di origine ansiosa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro