Utente
Soffro da quando ho 14 anni di cefalea a grap.
Mi e stata diagnosticata a circa 16 anni, ora sono in cura al mondino a pavia da circa un anno.
Mi hanno dato una cura con verapamil di profilassi quando iniziano gli attacchi e imigran sottocutaneo.
Solo che stranamente quest'anno invece di 2-3-6 attacchi al giorno di cefalea a grap.
per qualche mese e basta ho avuto 3-4 mesi che mi pulsava in modo doloroso e fastidioso fastidioso e ogni 2-3 Giorni mi veniva qualche attacco fortissimo simile al grapp.
ma visto che non seguivano un ciclo come altri anni non ero sicuro nemmeno che fosse la cefalea a grapp.
anche perché ero molto confuso.
Poi verso agosto mi so iniziati gli attacchi di cefalea a grap.
e ne avevo vari tutto il giorno, vado a fare la visita inizio settembre e mi prescrivono verapamil ugualmente e laroxyl, mentre stavo per uscire mi inizia un attacco di cefalea a grapp.
Mi faccio un imigran sottocutaneo 1-2 min e rinasco.
E quello è stato l'ultimo attacco iniziale settembre, poi ho iniziato ugualmente a prendere il verapamil anche se pensavo che ormai non servisse ma lo preso per altri 20 Giorni.
Ma la tempia Sinistra in questi 5 mesi pulsava praticamente sempre.
Anche ora non ho più attacchi ma 24 ore al giorno 7 su 7 da 5 mesi mi pulsa la tempia sinistra, avvolte si irradia il dolore alla mascella e al.
collo ma non ne sono sicuro.
E non mi permette di passare una giornata rilassata.
Forse l'unica differenza e aver passato molto tempo a letto durante il lockdown. La maggior parte delle volte pulsa e avvolte e fisso ma comunque e Abbastanza doloroso e in più mi fa male anche il muscolo dela mandibola abbastanza doloroso, ma essendo una cosa che non mi passa mai nella maggior parte del tempo assume un espressione tirata il viso psrche tendo a chiudere l'occhio sinistro o stringere i denti. 4-5 giorni fa mi ha prescritto il limbitryl ma non sento nemmeno il 0. 1% di sollievo, per 3 mesi da usare. tra un mese ho una risonanza m. Grazie di cuore ugualmente in anticipo a voi dottori.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro paziente,
la sintomatologia che hai descritto ricalca in modo paradigmatico il decorso nel tempo della cefalea a grappolo. Esiste una mutevolezza nella fisionomia clinica di tutte le forme di cefalea, inclusa la cefalea a grappolo. Di recente, si è affacciata un'ulteriore modalità di trattamento della cefalea di Horton di cui ho riferito in un mio recente articolo e di cui ti accludo il link, unitamente a quello riguardante le variazioni morfologiche della cefalea.
Cordialmente
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/8614-una-nuova-speranza-per-la-terapia-della-cefalea-a-grappolo.html
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/8608-l-emicrania-cambia-aspetto-nel-corso-della-vita.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it