Utente
Referto: apprezzabili multiple e piccole aree focali di alterato segnale a carico della sostanza bianca fronto-parietale e peritrigonale bilateralmente, periventricolo laterale bilateralmente, periventricolo temporale destra, pontina laterale bilateralmente, tutte prive di impregnazione, anche a possibili patogenesi infiammatoria autoimmune necessari videat specialistico e gli opportuni approfondimenti d'indagine.
Sistema ventricolare in asse e di regolare ampiezza.
Non apprezzabili alterazioni morfologiche e di segnale a carico delle strutture endorbitrarie intra ed extraconiche bilateralmente nelle sequenze prima e dopo m.
d.c.
L'indagine è stata completata con acquisizioni in tecnica angiografica per il distretto arterioso endocranico nelle quali non si osservano alterazioni di carattere patologico per calibro, flusso e decorso dei principali rami dei distretto arterioso endocranico visualizzati con la metodica.

Mi è stato riferito che potrebbe essere un sospetto di sclerosi.
Chi gentilmente puo' darmi chiarimenti in merito al referto?
Grazie iii

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la possibilità che le piccole aree dì alterato siano alterazioni di natura infiammatoria esiste, soprattutto per la loro localizzazione, ovviamente non c’è certezza per cui deve approfondire il caso mediante ulteriori esami diagnostici e visita neurologica.
Perché ha effettuato la RM encefalica?
È seguito da un neurologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Salve grazie per la risposta. La risonanza me l’ha prescritto l’oculista in quanto l’occhio destro era più pigro , è come se anche se la vista è ottima avevo la sensazione che il destro fosse più pigro dell’altro e avvertivo un senso di fastidio nel voltare nello sguardo .a giorni mi recherò da un neurologo
Che ne pensa?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia è molto sfumata e non indicativa di una malattia demielinizzante.
Il nervo ottico peraltro è risparmiato dalle alterazioni riscontrate, almeno da quanto si legge nel referto.
La non impregnazione del mezzo di contrasto indica che al momento eventuali lesioni demielinizzanti non sono attive.
Comunque il caso è da approfondire.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Salve, grazie per la risposta mi potrebbe indicare i vari percorsi da effettuare e quali esami dover effettuare e se la situazione sia allarmante o potrei tranquillizzarmi. La ringrazio tantissimo

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a mio avviso non c’è da allarmarsi ma da attenzionare il problema. Un consiglio che Le posso dare per accelerare i vari accertamenti è quello di rivolgersi ad un centro per le malattie demielinizzanti dove, insieme ad un iter diagnostico possibilmente più veloce, trova neurologi di provata esperienza in materia che possano indirizzarLa correttamente verso una precisa diagnosi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro