Utente
Salve
Sono un ragazzo di 27 anni fumatore non sportivo ad aprile ho avuto un forte stress per lo studio universitario e per il momento che abbiamo inizialmente evissuto con questo virus.
Ho iniziato ad avere ad aprile e maggio formicolio diffuso in tutto il corpo per quasi un mese.
Ai tempi avevo già chiesto un consulto proprio a questa pagina di medicitalia.
Come sintomi a parte il formicolio sentivo anche sensazione di spilli ai piedi specie al piede sinistro con anche sensazione di goccioline anche queste diffuse.
Così decido di andare da un neurologo, visita andata bene.
La sua diagnosi è nevrosi d ansia, preoccupazione che penso tanto ecc.
Mi prescrive vari farmaci ma che non ho mai preso.
Adesso a distanza di quasi 6 mesi inizio di nuovo ad avere tutti questi sintomi ovvero formicolio arti superiori inferiori e testa con sensazione di pelle d oca sensazione di goccioline fredde nella schiena o nel braccio se lo assumo una posizione scorretta, formicolio nella pancia al petto quando sono seduto o disteso, un po diffuso ma ripeto intermittente.
Qualche settimana fa mi è capitato anche di avere forte mal di testa cefalea e una pressione in testa zona frontale a parte questo anche un dolore alle gambe come se fossero infiammate che partono dal fondo schiena fino alle gambe ma che durano 3-4 giorni per poi passare e poi ritornare. Mi capiata di avere anche barcollamenti.
In quei mesi ebbi anche problemi alla vista.
inizio a vedere macchie trasparenti, visione confusa alla lettura.
Mi reco dall'oculista e mi dice che si tratta di miodesopsie, mi esegue una visita per escludere la neurite ottica e l'esito è negativo premettendo che ho astigmatismo e miopia.
Ho anche altre problematiche come un lieve aumento della prostata ma che sto cercando di curare dall urologo.
Ovviamente sono anche un soggetto ansioso.
Nell'attesa di un riscontro
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia descritta è discontinua, a volte anche condizionata da particolari posture, per cui ritengo poco probabile la sua origine demielinizzante.
L’ipotesi ansiosa sembra quella più probabile.
Ne parli inizialmente col medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore Ferraloro
Proprio con lei ne avevo parlato mesi fa,dicendomi che poteva trattarsi di una causa ansiogena, e proprio quando il neurologo mi aveva prescritto dei farmaci io non li ho mai presi perché poi mi era passato tutto a parte il problema della vista. Solo che adesso avendo di nuovo questi sintomi discontinui, perché sono più frequenti la notte giustamente adesso ho di nuovo quelle brutte preoccupazioni
La ringrazio per l attenzione e la risposta che mi ha dato. Vedrò come andrà nei prossimi giorni. Solitamente il medico curante specie il mio conoscendomi non mi crede pensa solo che possa trattarsi del fatto che sono un soggetto ipocondriaco.