Utente
Buongiorno sono un podista amatoriale, ho corso 8 maratone finora.
Sono abituato a lunghi sforzi ed allenamenti.
Da fine giugno ho notato prima un leggero calo prestativo con stanchezza a riposo dopo sforzi leggeri.
da settembre la situazione è crollata nel senso che ho forte debolezza muscolare anche a riposo, dopo semplici passeggiante ho stanchezza e dolori alle gambe.
Correndo dopo pochi km le gambe diventano rigide ed esauriscono la benzina E corro a ritmi che nemmeno durante il riscaldamento tenevo.
Ho fatto vari esami: emocromo con formula, cortisolo, elettroliti (sodio, magnesio, potassio), livello di B12, ecografia addome, ecg con ecografia, raccolta urine nelle 24h con cratinometria, esame sangue occulto nelle feci e visita neurologica.
Gli esami sono tutti negativi tranne per un livello di emoglobina leggermente inferiore al minimo.
Il neurologo mi ha prescritto una cura a base di ferro, b12 e creatina ma la situazione dopo 3 settimane non è migliorata.
Per dare dei riferimenti fino a tre mesi fa correre 10km era come passeggiare, mentre ora sembra che ne corra 40.
È come se le gambe non avessero energia a sufficienza e dopo pochi km si irrigidiscono e faccio fatica a correre con crollo del passo di corsa.
Vorrei avere consiglio su quale potrebbe essere la causa e i controlli da effettuare, al momento sono molto sconfortato non so che pesci prendere.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buonasera,

Lei scrive "...È come se le gambe non avessero energia a sufficienza e dopo pochi km si irrigidiscono e faccio fatica a correre con crollo del passo di corsa...".

Sarebbe molto interessante leggere l'Esame Obiettivo, punto per punto (es: forza arti inferiori, tono, trofismo, riflessi osteotendinei, ecc), raccolto dal Collega Neurologo per meglio orientarsi sull'approfondimento diagnostico.

Se crede lo potrebbe riportare in "virgolettato".

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,
grazie per la risposta. Le virgoletto il referto del Neurologo:

"Dal Giugno scorso progressiva riduzione della forza, notate con facile stancabilità nella marcia. Ho eseguito valutazione intervistica e cardiovasolare risultata normale. Indagine ematocliniche normali, fatta eccezione di una modesta riduzione dell'emoglobina e lieve incremento transaminasi con ecografina epatica normale. L'esame neurologico è nella norma. Conclusione: lieve anemina ipocromica"

Mi sono stati prescritti: ferrofolina e carnitina B12, 1 al giorno.
Il Neurologo durante la visita ha testato i riflessi col martelleto, mi ha fatto camminare normalmente, sulle punte e sui talloni ed effettuato test della mobilità ad esempio toccando il naso con occhi chiusi.

Mercoledì prossimo ho una visita di controllo nella quale riporterò che la cura non ha avuto gli effetti sperati.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Sono molto perplesso.
Un Esame Obiettivo Neurologico si descrive test per test eseguito.
Personalmente non scriverei mai "...L'esame neurologico è nella norma...".
Renderei valutabile la mia indagine clinica nei dettagli agli altri Colleghi.

Pertanto che dire?

Le cause della astenia e dell'irrigidimento dei suoi arti inferiori possono avere molte cause differenti in particolare con un Esame Obiettivo Neurologico nella norma.

Mi spiace... potrei dirle faccia una RM del Rachide in toto per valutare Midollo Spinale e radici spinali, esegua Emg/Eng arti inferiori e Potenziali Evocati Midollari SEP e MEP oppure esplori le malattie della placca neuromuscolare con ricerca di anticorpi anti-recettore per l'acetil colina e faccia una stimolazione ENG ripetitiva... ecc

Ma la Emoglobina quanto è bassa da giustificare astenia ed irrigidimento agli arti inferiori??

Forse una seconda opinione neurologica/un secondo consulto confermerebbero o disconfermerebbero il primo.
Mi sembra una via praticabile, pragmatica ed indicata.

NB: mi faccia sapere il valore della emoglobina.

NB2: tra gli esami ematici ha dosato il valore di CPK ed aldolasi (i due enzimi muscolari principali)?
Se non le sono stati prescritti li faccia prescrivere al medico di base.
E se crede me li comunichi.

Cordialmente
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore, l'emoglobina è di 13.3 g/dl, di poco inferiore al minimo. Non ho eseguito CPK e aldolasi, li chiederò. Mercoledì ho la seconda visita dallo stesso neurologo, se non mi indicherà esami più approfonditi cambierò specialista. Pensavo mi avesse prescritto come dice lei esami specifici muscolari oppure neurologi, la tengo aggiornata

[#5]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Concordo...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
in settimana ho eseguito il prelievo del sangue per i valori di CPK e Aldolasi, di seguito i risultati:

CPK = 272 U/L
Aldolasi = 7.7 U/L

I risultati sono arrivati dopo la visita di controllo dal neurologo il quale mi ha rilevato una pressione un pò bassa e prescritto una cura di 30 giorni prendendo ferro e folina più un integratore (Skatto) ed il Gutron per alzare la pressione.

Sto seguendo la cura da un paio di giorni, mi sento leggermente meglio ma non sono sicuro che la radice del problema è stata individuata.

La ringrazio in anticipo per i suoi consigli.

[#7]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Se si sente meglio val la pena di proseguire il trattamento.

Qualora a 30 giorni la sintomatologia non fosse regredita sarà inducata una seconda opinione.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#8]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Per completezza i valori normali del CPK sono indicati come tra 60 e 190 U/L,
mentre quelli dell'Aldolasi tra 0.5 e 3.0 U/L.ma si trovano laboratori presso il range di normalità è indicato più elevato.

Sarà compito del prossimo professionista individuare il perchè/la causa dell'innalzamento dei valori dei due enzimi muscolari.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#9] dopo  
Utente
Grazie dottore,

I limiti indicati dal laboratorio presso il quale ho effettuato le analisi sono 170 U/L per il CPK e 7.6 U/L per l'aldolasi.

Secondo lei a cosa possono essere dovuti questi valori alti, specialmente il primo?

[#10]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Questo valore andrà indagato di persona giacché possono esserci molteplici cause per un livevo moderato del CPK.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it